Un sostegno all’imprenditoria minore

Banca IMI e Centrale Finanziaria Generale , presieduta da Giancarlo Elia Valori (nella foto), hanno siglato un accordo finalizzato all’individuazione, analisi e implementazione di possibili collaborazioni con particolare riferimento a progetti di sviluppo internazionale da parte di imprese italiane. L’accordo, valido sino al 31 dicembre 2013, consentirà alle parti di convogliare l’interesse di nuovi investitori internazionali verso opportunità di business nate da valide e sane iniziative imprenditoriali italiane. Consentirà inoltre di mettere a disposizione delle operazioni individuate, i prodotti e i servizi di entrambe.

Banca IMI, la banca d’investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo, svolge le attività di investment banking (advisory, equity capital markets, debt capital markets), capital markets (intermediazione, trading e market, collocamento di prodotti finanziari, studi e ricerche su mercati e prodotti) e finanza strutturata (operazioni domestiche e internazionali finalizzate all’acquisizione o fusione di società, operazioni di finanziamento complesse, sia domestiche che internazionali).

La Centrale Finanziaria Generale, partecipata da una serie di azionisti istituzionali e privati di elevato standing – fra cui Assicurazioni Generali (19,4%), Acciaierie Valbruna/Gruppo Amenduni (18,7%), Gruppo Ardesi (10,9%), Allianz Assicurazioni (8,1%),BPER (6,5%) ed altri soci privati (35%) – è una holding che svolge servizi di merchant banking a favore dell’imprenditoria italiana, con particolare focus nell’area euromediterranea, proponendosi quale punto di riferimento indipendente per le Pmi e le banche locali.

Lascia un commento

Top