LOGICnow acquisisce iScan

AAEAAQAAAAAAAALLAAAAJGE3MmRiMjgzLTZjNWQtNGVjZC1hNzI0LTNmMjNkMDFlZjBmZA

LOGICnow acquisisce iScan. Valutazioni automatizzate aiutano i professionisti IT a calcolare il valore monetario dei rischi legati alla sicurezza.

LOGICnow, leader nelle soluzioni integrate di gestione dei servizi It cloud-based, ha acquisito iScan Online, Inc. La tecnologia iScan sarà importante nello sviluppo futuro della soluzione MAX Risk Intelligence di LOGICnow, poiché consente alle organizzazioni di comprendere la loro esposizione complessiva al rischio, attraverso una sua quantificazione monetaria. L’integrazione all’interno della suite di prodotti MAX Remote Management, consentirà a LOGICnow di fornire nuove funzionalità di sicurezza esclusive. Queste aiuteranno la comunità globale di professionisti It, che rappresenta oltre due milioni di endpoint, ad affrontare il complesso panorama delle minacce informatiche odierne. L’ acquisizione rafforza l’impegno di LOGICnow nel fornire ai propri clienti una soluzione di sicurezza completa e su più livelli e, per la prima volta, fornisce alle organizzazioni l’accesso alla scansione automatizzata delle vulnerabilità che consentirà di priorizzare le strategie di mitigazione delle minacce informatiche basandosi sui costi aziendali.

I dati memorizzati sui sistemi possono includere informazioni d’identificazione personale (PII – Personally Identifiable Information) altamente sensibili quali il codice fiscale, il numero di patente, la data di nascita e i dati della carta di credito. Non è pensabile cercare e catalogare manualmente queste informazioni perchè il risultato potrebbe essere di esporre questi dati al rischio di essere violati. MAX Risk Intelligence consente ai professionisti It di condurre periodicamente valutazioni automatizzate del rischio all’interno del loro ambiente It, in modo facile e veloce, per calcolare in tempo reale il rischio di una violazione dei dati e assegnare un valore monetario a esso. La soluzione aiuta anche a soddisfare una serie di requisiti di conformità normativa, tra cui HIPAA, PCI DSS e FINRA.

“L’87% dei desktop e dei server memorizzano informazioni d’identificazione personale sensibili non protette, e per ogni giorno che un sistema compromesso non viene rilevato, aumenta il costo complessivo della violazione,” ha detto Billy Austin, ex presidente di iScan e neo vice president of security di LOGICnow. “Essendo uno dei co-fondatori di iScan, sono entusiasta di unirmi a LOGICnow per contribuire a sviluppare ulteriormente questa tecnologia per creare il più solido stack di sicurezza su più livelli.”

Lascia un commento

Top