Banca Centrale: le decisioni di Draghi cambieranno i mercati?

624796

Banca Centrale Europea è riuscita a sorprendere positivamente i mercati, nonostante le aspettative fossero già molto elevate. I mercati si attendevano un’ulteriore diminuzione del tasso di deposito, che infatti è stato ridotto di altri 10 bp a -0.40%, ed un possibile incremento degli acquisti mensili di titoli di stato. Le altre misure che sono state adottate sono sostanzialmente inattese.

La BCE ha ridotto anche il tasso di finanziamento di 5 bp, portandolo a 0%, e nell’ambito del programma di APP (Asset Purchase Program), che è stato incrementato di 20 miliardi di euro mensili a 80 miliardi. A partire da giugno verranno anche acquistati titoli investment grade emessi da società non bancarie dell’area euro. Inoltre la BCE ha comunicato di procedere a nuove operazioni di finanziamento straordinario al sistema bancario e questa è probabilmente la misura più forte adottata dalla BCE nella riunione del 10 marzo.

IMMINENTI NUOVE PROCEDURE DI FINANZIAMENTO STRAORDINARIO AL SISTEMA BANCARIO

Questo consentirà al sistema bancario di finanziarsi attraverso strumenti di medio termine a tasso negativo: chiaro l’obiettivo della BCE di ottenere una accelerazione dei prestiti alle imprese ed alle famiglie, che sono già in via di ripresa. Mauro Vittorangeli – CIO Conviction Fixed Income- afferma: “La decisione presa rafforza la nostra convinzione che la BCE rimane assolutamente determinata a evitare possibili ricadute deflazionistiche dell’economia e a sostenere la ripresa economica dell’area euro. “

di Mauro Vittorangeli – cio Conviction Fixed Income di Alliaz Global Investors

Lascia un commento

Top