Il lavoro è smart anche in estate. Rimanere connessi con Copernico

Copernico

Il lavoro è smart anche in estate. Come rimanere sempre connesso con Copernico. “Non vedo l’ora di partire per staccare la spina, per non guardare più le e-mail”. Una affermazione tipica di chi sta partendo per le vacanze, ma è sempre valida? Forse no. Ormai è noto che la linea di separazione tra la sfera privata e quella lavorativa è sempre meno netta.

Ed è anche vero che sempre più spesso viaggi di lavoro si trasformano in viaggi di piacere e che i Worksumers, i lavoratori moderni che – secondo l’Osservatorio di Copernico Where Things Happen – hanno esigenze di consumo in relazione al loro lavoro, sono sempre più alla ricerca di spazi innovativi e interattivi che rappresentano una chiara espressione del concetto di smartworking. Connessione veloce, scrivanie e caffè oltre che un ambiente stimolante e divertente sono le soluzioni che ricercano non solo nella loro città ma soprattutto in quella in cui si trovano a soggiornare, sia per lavoro che per divertimento. Copernico Where Things Happen, suggerisce di mettere in valigia prima della partenza non solo la lista dei ristoranti in cui mangiare, le spiagge più belle in cui fare il bagno o i musei più interessanti da visitare, ma anche quella dei luoghi di lavoro più accoglienti o comodi in cui i digital nomads potranno, portatile alla mano, bere un caffè, rispondere alla mail urgente o completare un documento.

Partendo dal Summer Vacation Value Report 2016 di Tripadvsor che indica le 5 mete nazionali e internazionali più ambite dai viaggiatori italiani, Radar di Copernico consiglia su spazi a metà tra il co-working e il bleisure, vale a dire quei luoghi in cui ci si può dedicare al business ma anche al “leisure”, al piacere, i luoghi migliori in cui lavorare in caso di necessità. Aree fornite di wifi e tecnologie a supporto dei lavoratori, ma anche bar dove prendere aperitivi, pranzare guardando il mare o godersi croissant e caffè anche lontano da casa. Ecco la selezione di Radar, l’Osservatorio di Copernico Where Things Happen:
#1. Formentera, Spagna – volete connettervi un secondo per verificare se il vostro capo vi ha cercato o per ultimare il vostro blog post prima di andare in spiaggia? Fate uno stop al Café Matinal o al Claro.
#2. New York, Stati Uniti – la città che non dorme mai offre una infinita serie di alternative per chi vuole rimanere connesso e anche conoscere lavoratori indominiti come lui. Dalla capillare rete di WeWork alla iper trendy Soho House, senza dimenticare i vari Starbucks e le tante caffetterie che offrono connessione wi-fi gratuita. New York è la meta per eccellenza per chi non si ferma mai. Il nostro consiglio però è di sedervi tranquilli nel verde di Briant Park, godere della connessione internet della open-air public library e di rispondere alle vostre email ammirando l’Empire con il naso all’insù. Oppure di scendere a Washington Square Park ed entrare nella calda ed accogliente lobby del Marlton Hotel e di accomodarvi sui divanetti vicino al camino, gustarvi l’atmosfera da beat generation, sorseggiare un ottimo drink mentre telefonate o date un’occhiata alla vostra posta.
#3. San Vito Lo Capo, Italia – dovete proprio proprio proprio rimanere connessi in uno dei paradisi naturali più invidiati al mondo? Copernico suggerisce in realtà di disconnettervi dal mondo, prendere il sentiero che porta alla Riserva dello Zingaro, godervi il panorama, fare un tuffo dove l’acqua è più blu. Sarete più rilassati e produttivi al vostro rientro!
#4. Villasimius, Italia – il lavoro non vi molla neanche sulle spiagge incantate della Sardegna del Sud? Dove non arriva il vostro operatore telefonico ci pensa Skyroam Hotspot, un piccolo grande alleato in grado di garantire una connessione wifi ovunque e illimitata, con la possibilità di collegare fino a cinque dispositivi, per godervi il piacere di lavorare anche in rada.
#5. Londra, Regno Unito – la City offre un’ ampia gamma di spazi di coworking tra cui scegliere. Copernico consiglia però di provare TREExOFFICE in Hoxton Square: il parco si trasforma in uno spazio di coworking grazie a un’ installazione temporanea che unisce la dimensione lavorativa a quella naturale. Per chi invece preferisce gustarsi un brunch lungo Regent Canal e tenersi aggiornato su come procedono i lavori in ufficio con una team chat, la miglior soluzione è Towpath Café. Dopo il meeting, è anche possibile sgranchirsi le gambe e prendere il sole con una bella passeggiata! Per chi invece preferisce lavorare circondato da tesori letterari come il primo manoscritto di Shakespeare, l’originale Beowulf e la Magna Carta, la soluzione sono le sale letterarie e il ristorante di Peyton & Byrne at the British Library

Lascia un commento

Top