Intervista a Luca Puccioni di DocPlanner.it

SONY DSC

Incontriamo Luca Puccioni, managing director di DocPlanner.it, la piattaforma medico paziente dedicata alla ricerca di professionisti della salute e alla prenotazione online di visite mediche, al quale chiediamo come sta evolvendo oggi il settore healthcare in un mondo sempre più digitalizzato.

Domanda. Come sta cambiando il mercato dell’healthcare 2.0?

Risposta. L’eHealth è un mercato che vale quasi 160 miliardi di dollari, dal 2010 al 2015 è cresciuto nel mondo dal 12 al 16% e anche nel nostro paese conta numeri molto interessanti In Italia sempre più ricerche on-line riguardano l’healthcare: l’85% degli utenti utilizza internet per avere informazioni legate alla salute, il 28% ha partecipato a discussioni su forum/blog e chat e il 17% si è rivolto a un esperto online.
(Fonte: Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano)

D. Per quali motivi scegliere l’Italia per lanciare una piattaforma dedicata alla sanità privata?

R. L’Italia è un paese ad altisismo potenziale, conta un medico ogni 250 abitanti e ci pone al quinto posto in Europa, secondo un recente studio OCSE, subito dopo Grecia, Austria, Germania e Svizzera per rapporto medico/paziente.  L’utente italiano tra l’altro è un utente sempre più attento e informato quando effettua le proprie ricerche online.  A ricercare informazioni sono più donne che uomini, diplomati e laureati, di un’età compresa tra i 35 ed i 44 anni. Il maggior numero di ricerche riguarda informazioni su diagnosi di disturbi e patologie, su come mantenere uno stile di vita sano ed equilibrato e come individuare medici e servizi ospedalieri sia pubblici che privati nella propria zona. Da qui l’idea di entrare nel mercato italiano per lanciare una piattaforma che potesse mettere in contatto gli utenti con i medici a disposizione sul territorio nazionale.

D. Come si rapporta l’utente italiano alle App del settore eHealth?

R. I numeri indicano che l’uso di queste applicazioni è in continua crescita: l’11% dei cittadini ha utilizzato nell’ultimo anno App per ottenere informazioni nutrizionali, il 6% le ha utilizzate per monitorare i parametri vitali e il 44% dei medici consiglia App dedicate alla salute.

Lascia un commento

Top