Buona la crescita di Sogefi (Cir). Ricavi a +4,9%

sogefi

Il CdA di Sogefi spa sotto la presidenza di Monica Mondardini, ha approvato il resoconto intermedio di gestione del gruppo al 30 settembre 2016.

La crescita dei ricavi di Sogefi nei primi nove mesi del 2016 è stata sostenuta in particolare dal settore
Aria e Raffreddamento, che ha registrato un incremento del 18,4%. “Il terzo trimestre conferma l’andamento positivo dei ricavi del primo semestre, sostenuto dalla crescita organica in Nord America e in Asia. L’incremento del gross margin e dell’EBITDA ci incoraggia a proseguire il nostro lavoro finalizzato a migliorare la redditività e la generazione di cassa della società”, ha sottolineato durante la presentazione dei dati, l’ad Laurent Hebenstreit.

Il mercato dell’auto nei primi nove mesi ha registrato un incremento della produzione a livello mondiale
del 4%, con una progressione a due cifre in Asia e un’evoluzione comunque positiva in Europa e Nord
America (+3,5% e +2,6% rispettivamente). In Sud America si protrae la forte recessione già constatata nel
precedente esercizio. In tale contesto, nei primi nove mesi del 2016, Sogefi ha registrato ricavi di 1.181,5 milioni di euro, in crescita del 4,9% rispetto a 1.126,6 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2015 (+10,2% a parità di
cambi) con il contributo positivo di tutte le aree geografiche a eccezione del Sud America.

I ricavi in Europa sono cresciuti del 1,6% rispetto ai primi nove mesi del 2015. L’attività in Nord America e
in Asia ha continuato a svilupparsi in maniera significativa nei nove mesi, con una crescita dei ricavi
rispettivamente del 20,7% e del 27,3% nel confronto con l’analogo periodo del 2015. In Sud America il
fatturato in euro si è ridotto del 13,2% per il deprezzamento delle valute locali e per la persistente crisi
del mercato. Escludendo il Sud America, la crescita è stata pari al 7,3%, in linea con i trimestri precedenti.

La crescita dei ricavi di Sogefi nei primi nove mesi del 2016 è stata sostenuta in particolare dal settore
Aria e Raffreddamento, che ha registrato un incremento del 18,4%. Il fatturato del settore Sospensioni ha
registrato una crescita dei ricavi dello 0,3% (+3,5% se si esclude il Sud America) e infine il settore della
Filtrazione ha riportato un decremento dello 0,6% (+2,3% escludendo il Sud America).
L’EBITDA nei primi nove mesi del 2016 è ammontato a € 114,5 milioni, in crescita del 25,4% rispetto al
dato del corrispondente periodo del 2015 (€ 91,3 milioni). L’incremento è dovuto alla crescita del fatturato e al miglioramento della redditività che è salita al 9,7% dall’8,1% dei primi nove mesi 2015 e dal 9,3% del primo semestre 2016. L’aumento della redditività è conseguenza del leggero incremento del gross margin e della riduzione dell’incidenza dei costi indiretti dal 20,2% al 19,4%. In particolare, l’incidenza del costo del lavoro
complessivo sui ricavi è scesa al 21,5% dal precedente 22,3%. Tutte le aree geografiche a esclusione del
Sud America hanno registrato un incremento dell’EBITDA.

Per quanto riguarda i rischi per i claims della società Sogefi Air & Refroidissement France S.A.S. (ex
Systèmes Moteurs), nei primi nove mesi del 2016 non si sono registrate evoluzioni dei rischi “garanzia
prodotti” tali da determinare variazioni dell’accantonamento effettuato al 31 dicembre 2015. Quanto
invece al recupero dalla società Dayco, venditrice di Sogefi Air & Refroidissement France S.A.S., in maggio
si è conclusa la procedura di arbitrato che ha condannato la stessa a pagare a Sogefi € 9,4 milioni per i
claims già liquidati. Durante il terzo trimestre 2016, Sogefi ha incassato da Dayco un importo di € 5,5
milioni, che rappresenta una parte del risarcimento stabilito dal lodo arbitrale. Il lodo ha anche determinato una riduzione delle aspettative di recupero di Sogefi di € 4 milioni, con un impatto negativo di pari importo, già contabilizzato a giugno 2016 (peraltro su tale aspetto la società intende impugnare).
L’EBIT è cresciuto del 35,9% a € 58,7 milioni rispetto ai primi nove mesi del 2015.
Il risultato prima delle imposte e della quota di azionisti terzi è stato positivo per € 39,8 milioni (€ 19,6
milioni nei primi nove mesi del 2015), beneficiando anche di proventi finanziari per € 6 milioni correlati al
recupero di crediti d’imposta su dividendi esteri degli anni precedenti.
Il risultato netto è stato positivo per € 15,8 milioni rispetto a € 7,4 milioni dei primi nove mesi del 2015.
Indebitamento netto.

L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2016 era pari a € 314,1 milioni, in riduzione di
€ 8,2 milioni rispetto al 31 dicembre 2015 (€ 322,3 milioni) e di € 25,6 milioni rispetto al dato del 30
settembre 2015 (€ 339,7 milioni). Il Free Cash Flow dei primi nove mesi del 2016 è risultato positivo per € 12,3 milioni rispetto a un assorbimento di cassa per € 44,3 milioni nel corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Tale miglioramento è attribuibile per circa € 26,6 milioni a minori esborsi di carattere non ordinario
riconducibili a garanzie prodotti, ristrutturazioni e contenziosi fiscali, e per € 33 milioni a un migliore andamento del flusso di cassa operativo.

PATRIMONIO NETTO
Al 30 settembre 2016 il patrimonio netto esclusa la quota degli azionisti terzi ammontava a € 173,7
milioni (€ 170,8 milioni al 31 dicembre 2015). I dipendenti del gruppo Sogefi al 30 settembre 2016 erano 6.811 rispetto a 6.689 al 30 settembre 2015. Sogefi prevede per l’intero esercizio 2016 una crescita dei ricavi simile a quella registrata nei primi nove mesi. Il gross margin e l’EBITDA dovrebbero migliorare rispetto al 2015, in linea con quanto constatato nei primi nove mesi. Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Yann Albrand, dichiara ai sensi del comma 2 dell’art.154-bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Lascia un commento

Top