40 Paesi, 380 startup e molte speranze per il CODE_n

CODE_n

Sono 380 le startup candidate al CODE_n Award 2016 provenienti da 40 Paesi diversi dall’Asia all’Europa e dagli Stati Uniti. Ciascuna di loro ha presentato il proprio modello di business per partecipare al concorso dedicato alle startup CODE_n, in uno dei quattro cluster previsti: Applied FinTechs, Connected Mobility, HealthTech o Photonics 4.0.

Startup con una visione innovativa e in cerca di affermazione potranno mostrare la loro determinazione nel guidare la futura trasformazione digitale in tutti i settori. I 50 finalisti saranno annunciati all’inizio di luglio. Le startup avranno l’opportunità di illustrare i loro modelli di business nel corso del CODE_n new.New Festival che si terrà dal 20 al 22 Settembre 2016 a Karlsruhe, Germania. La partecipazione al festival offre ai candidati la possibilità di competere per aggiudicarsi il premio da 30.000 euro in caso di vittoria dell’ambito CODE_n Award. Il paese con il maggior numero di candidature è la Germania, circa 150, seguono il Brasile e la Spagna con, rispettivamente, 37 e 32 candidati. L’Italia sarà rappresentata da 10 startup.

“Il nostro festival ruota attorno al concorso internazionale delle startup che ottiene riscontri formidabili su scala mondiale”, ha detto durante la presentazione Ulrich Dietz, ceo di GFT Technologies SE e fondatore di CODE_n. Quali sono gli elementi chiave del successo dei quattro clusters? “La prima impressione è già decisamente notevole. Sono certo che anche quest’anno, ancora una volta, evidenzieremo al CODE_n new.New Festival, i punti salienti del mondo della digital technology e potremo alimentare un lungo dibattito con i visitatori del festival.”

I rappresentanti del mondo del business e dei media della giuria di CODE_n 2016, sono:

· Volkhard Bregulla, vice president manufacturing e IoT EMEA, Hewlett Packard Enterprise

· Ulrich Dietz (Vorsitz), ceo di GFT Technologies SE e fondatore di CODE_n

· Carsten Knop, senior business editor, Frankfurter Allgemeine Zeitung

· Martina Merz, business consultant eBoard member, Deutsche Lufthansa AG, Volvo Group, NV Bekaert SA così come di SAF-Holland SA

· Peter Leibinger, vice-presidente del Managing Board, TRUMPF GmbH + Co. KG

· Frank Riemensperger, country managing director , Accenture Germany

· Frank Schlie-Roosen, direttore dipartimento per la Fotonica e le Tecnologie Ottiche Ministero Federale Tedesco per l’Istruzione e la Ricerca

· Peter Weibel, presidente ZKM

Quest’anno, aziende globali come GFT, HPE e TRUMPF patrocineranno i singoli cluster del concorso. GFT sovrintenderà il settore delle Applied FinTechs, HPE supporterà quello della Connected Mobility e TRUMPF promuoverà Photonics 4.0. Nel cluster Applied FinTechs, le start up si focalizzano su pagamenti peer-to-peer, soluzioni non bancarie, blockchain, tecnologie bitcoin erobotrade. Da soluzioni analitiche specifiche per il capital market ad app personalizzate che trasferiscono un premio in denaro ogni volta che un utente va in palestra o, persino tecnologie per l’assicurazione intelligente (InsureTech) utilizzate in attività come i servizi di consulenza – questa categoria presenta una grande varietà di idee.

Le soluzioni digitali per il controllo del diabete hanno un promettente futuro nel cluster HealthTech. Inoltre ci sono un certo numero di applicazioni progettate per promuovere la salute psichica oltre a guide interattive e intelligenti riguardanti la maternità o il ciclo femminile. E’ rappresentata persino l’analisi relazionale delle funzioni del corpo. Per esempio è presente una soluzione per pazienti dotati di pacemaker che invia segnali al cellulare o mostra se i parametri sono in linea o se è meglio andare dal medico per una visita. Rientrano nello spettro di questo cluster, le nuove tecniche chirurgiche (che utilizzano la tecnologia laser), le soluzioni da remoto per terapie fisiche e le protesi personalizzate.

Nel Cluster Connected Mobility tutto ruota intorno al miglioramento della guida. In questo ambito vengono considerati numerosi fattori – dal comportamento al volante al consumo di carburante ed energia. Persino la regolamentazione del traffico, con particolare riferimento ai veicoli senza conducente, sarà sotto i riflettori. In aggiunta ci sono soluzioni GPS indoor per lo stoccaggio su larga scala od opzioni di consegne rapide “nell’ultimo miglio”. Le soluzioni avanzate di tracciabilità nel trasporto delle merci sono , inoltre, una delle priorità di queste giovani aziende. Altri ambiti d’interesse: car sharing e condivisione dei parcheggi. Molte startup si considerano degli abilitatori e focalizzano la loro attenzione sulla sicurezza nel cloud e sui big data per rendere la vita digitale sempre più utile, garantendo sempre la privacy.

Diversamente dagli altri tre cluster, Photonics 4.0 riunisce un gruppo unico di partecipanti. Sono rappresentate tecnologie molto specifiche, come la stampa 3D, i sensori per la produzione ottimizzata, tecnologie per immagini (3D) e persino soluzioni laser. Tutti questi modelli di business riflettono approfonditi e precedenti programmi di ricerca.

Lascia un commento

Top