Legge di Stabilità, tasse, pensioni, bonus: cosa cambia?

legge_stabilita

La legge di Stabilità 2016 ha incassato anche l’ok della Commissione Bilancio della Camera e il testo approderà in Aula giovedì.

Tra le diverse novità previste dalla Camera, rispetto a quanto stabilito dal Senato, a seguito dell’inserimento del pacchetto sicurezza, votato nella notte e che va a sostituire l’anticipo del taglio dell’IRES, figurano nel testo anche l’inserimento del decreto salva-Regioni e di quello, pesantemente criticato, salva-banche con la relativa creazione di un Fondo di Solidarietà per i risparmiatori possessori di obbligazioni subordinate diventate senza valore.

I punti principali riguardano, invece, la previsione di una mini sanatoria sulle aliquote Imu-Tasi in ritardo, il leasing immobiliare, il recepimento del pacchetto sicurezza-cultura e le gestioni associate. Si prospettano poi assunzioni straordinarie in sanità (anche se a tempo) in attesa del bando del concorso, la possibilità di eseguire anche micro-pagamenti con il bancomat (ad esempio per pagare caffè, giornale o anche parchimetro) e la cancellazione della supertassa sugli yacht introdotta dall’Esecutivo Monti. Importanti novità, infine, investono anche gli enti locali Anci con la stabilizzazione degli incentivi per i Comuni associati.

Un emendamento del Governo al ddl di Stabilità, appena accettato dalla Commissione Bilancio della Camera, prevede l’arresto della sanatoria delle delibere sui tributi locati approvate dai Comuni successivamente alla data del 30 luglio 2015. Il testo, così come licenziato dal Senato, stabiliva la validità degli aumenti dei tributi, oltre che delle addizionali, deliberati dai sindaci fino al 30 settembre allo scopo di agevolare tutti quei Comuni che avevano deliberato tardivamente gli incrementi delle aliquote IMU e TASI.

1) IMU E TASI: VIA LIBERA ALLA MINI SANATORIA

Un emendamento del Governo al ddl di Stabilità, appena accettato dalla Commissione Bilancio della Camera, prevede l’arresto della sanatoria delle delibere sui tributi locati approvate dai Comuni successivamente alla data del 30 luglio 2015.
Il testo, così come licenziato dal Senato, stabiliva la validità degli aumenti dei tributi, oltre che delle addizionali, deliberati dai sindaci fino al 30 settembre allo scopo di agevolare tutti quei Comuni che avevano deliberato tardivamente gli incrementi delle aliquote IMU e TASI.

2) PENSIONI: ANTICIPO ESTENSIONE NO TAX AREA E PROROGA OPZIONE DONNA

La cosiddetta no tax area per le pensioni, già dal 2016, salirà a 8mila euro e non sarà fatto sulle pensioni il recupero del minor costo della vita. In riferimento, invece, all’Opzione donna, la proroga oltre il 31 dicembre 2015 sarà ammessa solo nel caso in cui verranno resi disponibili risparmi di spesa, a seguito del monitoraggio della misura.

3) ACQUISTO PRIMA CASA ANCHE IN LEASING

La commissione Bilancio della Camera ha dato il proprio via libera ad un emendamento volto a stabilire precise regole di avvio del cosiddetto leasing immobiliare. Secondo quanto previsto, quindi, l’intermediario finanziario potrà acquistare l’immobile e l’utilizzatore pagarne una sorta di affitto, potendo alla fine riscattare la casa. In sostanza, la prima casa diventa come l’automobile.

4) PACCHETTO SICUREZZA-CULTURA

4A. Bonus 80 euro
Il pacchetto contiene un bonus di 80 euro al mese per le Forze dell’Ordine (incluse le Capitanerie di porto che erano state lasciate fuori dal testo del Governo). Sarà di 960 euro l’anno il contributo straordinario stanziato, per una spesa complessiva per il 2016 di 500 milioni, con la previsione di una clausola di salvaguardia qualora dovessero essere effettuate spese maggiori rispetto a quanto stimato.
4B. Bonus 500 euro
In arrivo anche un bonus di 500 euro per tutti i ragazzi che compiranno 18 anni nel 2016. Si tratterà di una carta elettronica da spendere per eventi di natura culturale: ingresso a teatri, musei, aree archeologiche, mostre, oltre che per l’acquisto di libri. Gli studenti dei Licei musicali e dei conservatori, invece, potranno beneficiare di un contributo assegnato una tantum del valore di 1.000 euro per acquistare un nuovo strumento. Il limite di spesa complessivo ammonta a 15 milioni.
4C. Bonus borse di studio
In arrivo per le borse di studio un maxi finanziamento per 50 milioni di euro, di cui un miliardo circa da stanziare sia per l’avvio di un programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie, sia per gli interventi di edilizia scolastica.
4D. Fondo antiterrorismo e sicurezza
Si tratta dello stanziamento di un Fondo, con una dotazione di 150 milioni, per potenziare l’attività di contrasto del crimine di matrice terroristica nazionale ed internazionale, sfruttando i canali informatici. Per quanto riguarda, invece, le spese sostenute dai cittadini per installare sistemi di videosorveglianza digitale o sistemi d’allarme, o ancora per i contratti stipulati con istituti di vigilanza, è stato stanziato per il 2016 un credito d’imposta per un massimo di 15 milioni.

5) GESTIONI ASSOCIATE
Molte novità si prospettano per i piccoli Comuni: dalla conferma di regole più flessibili sul personale per i Comuni fino a 1.000 abitanti, alla stabilizzazione degli incentivi da 30 milioni alle Unioni e alle fusioni, toccate anche dal raddoppio dei premi ad hoc, dal 20% al 40% dei trasferimenti 2010.
Nulla di fatto, tuttavia, per l’attesa sospensione degli obblighi di gestione associata di tutte le funzioni fondamentali che, a seguito delle svariate proroghe, è in calendario per il 1° gennaio. La partita, dunque, non è ancora chiusa visto che, a breve, anche il Decreto Milleproroghe dovrà ritornare sulla questione degli Enti locali.

Lascia un commento

Top