Che cos’è il polo strategico nazionale PSN

Il polo strategico nazionale PSN ha come obiettivo la realizzazione di infrastrutture e servizi cloud per la PA mettendo a fattor comune competenze e tecnologie distintive dei soci promotori. Il PSN si inserisce in un piano complessivo di trasformazione digitale della PA, in linea con quanto previsto dal PNRR, per garantire un maggior livello di sicurezza nel trattamento dei dati.

Per realizzare il PSN si sono messi in quattro: Cassa Depositi e Prestiti (attraverso la controllata CDP Equity), Leonardo, Sogei e TIM. Questo soggetti hanno presentato al Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale (MITD) una proposta di partenariato pubblico-privato per la creazione del PSN. Si tratta di un’infrastruttura per la gestione in cloud di dati e applicazioni della PA, inserita nel piano di accelerazione della trasformazione digitale.

I quattro promotori del PSN: CDP, TIM, Leonardo e Sogei

L’iniziativa prevede la costituzione di una NewCo con una quota del 20% detenuta da CDP, del 25% da Leonardo, del 10% da Sogei e del 45% da TIM. L’obiettivo è fornire servizi innovativi a cittadini e imprese, in linea con quanto previsto dal PNRR.

La presentazione della proposta consentirà alla PA di avviare una gara pubblica in tempi brevi. In particolare, la PA dovrà vagliare la proposta entro 3 mesi e avviare la gara. La nuova società sarà dotata delle competenze industriali necessarie per l’erogazione dei servizi (anche acquisendole presso i propri soci). Inoltre effettuerà gli investimenti utili alla realizzazione dell’infrastruttura tecnologica.

Un PSN per la pubblica amministrazione

In questa cornice nasce l’iniziativa congiunta di CDP, Leonardo, Sogei e TIM attraverso una partnership pubblico-privato che avrà il compito di incentivare e accelerare l’innovazione tecnologica e la sicurezza delle infrastrutture pubbliche.

TIM fornirà servizi di natura infrastrutturale e piattaforme cloud; Leonardo metterà a disposizione servizi di natura ‘security’; Sogei fornirà servizi di business culture enablement e formazione. Infine CDP Equity interverrà in qualità di socio finanziario e investitore istituzionale. Il PSN sarà dotato, tramite i soci, di data center di nuova generazione (Tier IV), ad elevati livelli di sicurezza ed efficienza energetica, e in linea con le best practice globali (quattro data center in due regioni); erogherà, inoltre, servizi completi e avanzati, con particolare focus sulle soluzioni cloud. La PA sarà assistita lungo tutte le fasi pre e post adesione al contratto, anche in chiave di formazione del personale.

Share
Top