Western Union supporta gli interventi di soccorso nell’Italia centrale

Western Union

Western Union e la Western Union Foundation hanno annunciato una donazione iniziale di US $ 50.000 a Save The Children. L’intervento in soccorso alle famiglie e alle comunità maggiormente colpite avverrà su diversi fronti con il coinvolgimento dei dipendenti, dei singoli, degli agenti, dei clienti e partner Western Union.

Western Union e la Western Union Foundation stanno realizzando un intervento su diversi fronti per supportare le famiglie e le comunità maggiormente colpite dal terremoto attraverso il coinvolgimento dei propri dipendenti, dei singoli, degli agenti, dei clienti e partner business. La Western Union Foundation si impegna con una donazione di US$ 50.000 a Save The Children. Da ieri fino al 9 settembre, la Fondazione contribuirà con un dollaro per ogni dollaro donato dagli agenti di Western Union, dai clienti e dai partner business. Le donazioni saranno indirizzate alle organizzazioni non governative attivamente impegnate in operazioni di soccorso nelle regioni colpite.  Inoltre, la Western Union Foundation donerà due dollari per ogni dollaro raccolto tra gli impiegati. “Il nostro pensiero va in primo luogo alle famiglie coinvolte,” ha detto Giovanni Angelini, senior vice president, European Union. “Oltre a questo contributo immediato, poiché ci impegniamo a sostenere le comunità in cui operiamo, lavoreremo con gli Agenti Western Union, i dipendenti e i nostri partner no profit per fornire un aiuto ulteriore a iniziative a lungo termine per il recupero e la ricostruzione dell’area.”
“Questo terremoto, il peggiore dal 2009 in Italia, ha portato distruzione, una significativa perdita di vite umane e danni ingenti agli edifici. La Western Union Foundation ha risposto con il supporto agli interventi di soccorso e ai bisogni più urgenti, aiutando l’avvio del lungo processo di recupero”, aggiunge John Dye, presidente della Western Union Foundation. Western Union ha 450 punti vendita situati nelle zone limitrofe* all’area del disastro, nelle provincie di Ascoli Piceno, Fermo, L’Aquila, Perugia, Rieti, Teramo e Terni.

*Data la gravità del terremoto, alcuni punti vendita Western Union nelle aree colpite potrebbero non essere immediatamente operative o disporre di fondi sufficienti.

Lascia un commento

Top