Vitali atterra in Iran

13.04.16 Firma CEO and Chairman di IAC Rahmatollah Mahabadi e Massimo Vitali_1

Vitali con il suo presidente, Massimo Vitali, ha sottoscritto oggi a Teheran due memorandum per l’acquisizione di commesse in ambito aeroportuale. I vertici del gruppo, già in Iran al seguito della delegazione del Governo Italiano ha firmato due memorandum in ambito aeroportuale che riguardano Tabriz International Airport e il Kerman International Airport.

La firma è avvenuta alla presenza di Ivan Scalfarotto, Viceministro al Commercio Estero (MISE); Mohammad Javad Zarif, Ministro degli Esteri Iraniano; Mauro Conciatori, Ambasciatore d’Italia a Teheran; Licia Mattioli, vicepresidente di Confindustria e Mohsen Jalalpour, presidente della Camera di Commercio Iraniana. Negli ultimi mesi il gruppo Vitali ha intrattenuto stretti rapporti con i più importanti operatori aeroportuali, in particolare con la Iran Airport Company (IAC), ente che sovraintende e pianifica la manutenzione e l’ammodernamento di 54 scali aeroportuali iraniani.

GLI AEROPORTI  IRANIANI PARLERANNO ITALIANO

Lo scorso 5 aprile Vitali Spa ha firmato un accordo con la società di costruzioni iraniana Herison Construction Company Inc. che prevede la collaborazione finalizzata allo sviluppo e alla costruzione di progetti in ambito aeroportuale all’interno del territorio iraniano. In particolare il MOU prevede la realizzazione del nuovo terminal dell’Aeroporto Internazionale di Tabriz, anche mediante strumenti di finanza complessa. Il valore stimato per la realizzazione del terminal è di 50 milioni di Euro. L’accordo prevede inoltre la possibilità di collaborare alle opere connesse all’ammodernamento dell’intera infrastruttura aeroportuale, per un valore stimato complessivo superiore ai 100 milioni di eEuro. Il gruppo negli ultimi mesi ha anche stabilito una corrispondenza continuativa e una negoziazione con la Iran Airport Company (IAC) finalizzata alla sottoscrizione di un accordo riguardante l’ammodernamento delle infrastrutture di volo dell’Aeroporto di Kerman e in particolare il design, l’engineering, management e realizzazione della pista aeroportuale.

Dopo un sopralluogo tecnico a Kerman nel mese di febbraio, Vitali ha redatto una “offerta tecnica ed economica” con diverse possibili soluzioni, illustrata il 5 aprile scorso ai responsabili IAC, ed al local main contractor. In considerazione delle tecnologie proposte e delle rapide tempistiche di realizzazione degli interventi, i vertici IAC hanno quindi scelto la proposta di Vitali. Il valore stimato complessivo dell’operazione è di 20 milioni di Euro e, la stessa IAC, ha espresso l’intenzione di utilizzare la collaborazione con Vitali a Kerman come case study da riproporre per l’intero patrimonio aeroportuale nazionale.

PIU’ VELOCI DELLA LUCE 

In Italia il Gruppo Vitali – Aeroporti ha realizzato il rifacimento di piste dell’aeroporto internazionale di Orio al Serio con solo 20 giorni di chiusura dello scalo per il rifacimento totale dell’infrastruttura di volo e della taxy, dei raccordi e di tutta la parte relativa agli AVL (luci di pista), impiantistica e idraulica. Dopo Orio il Gruppo ha svolto i lavori di rifacimento della pista dell’aeroporto “Costa Smeralda” di Olbia, svolto in soli 6 giorni e l’intervento di riqualificazione ambientale presso l’aeroporto “Marco Polo” di Venezia. Da ricordare anche il recente intervento all’aeroporto di Fiumicino con la demolizione del collegamento pedonale del Terminal 3 con la stazione ferroviaria effettuato a tempo di record. Vitali si è aggiudicata inoltre l’appalto relativo alla manutenzione ordinaria per il prossimo triennio delle piste degli aeroporti di Malpensa e Linate.

Lascia un commento

Top