Ecco i vincitori di Milano Mon Amour

In una gremitissima Aula Magna della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, si è svolta la fase di premiazione della prima edizione di Milano Mon Amour – Concorso per Giovani Autori di Serie promosso dalla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, con il sostegno di Siae – Società Italiana degli Autori ed Editori e Claudio Bisio.

Il Primo Premio è andato a IL GRANDE SMOG di Paula Corbellini e Davide Lo Schiavo, il Secondo Premio a TRENCH STORIES di Silvestro Maccariello, mentre MALA VIDA SOCIAL CLUB di Francesco Caronna e Domenico del Mastro si è aggiudicato il Premio Young Audience. Claudio Bisio, che fin da subito ha creduto nel contest e l’ha sostenuto mettendo a disposizione la sua professionalità e la sua competenza ha dichiarato: “La scrittura è condivisione e questo concorso ha confermato che esiste una nuova generazione pronta ad interpretare in modo inedito il presente, a raccontare storie e a trovare nuovi linguaggi. Dare ai giovani la possibilità di esprimersi è stato un piccolo investimento sul futuro, e sono felice di averlo condiviso con la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti.”

Rivolto a giovani tra i 18 e i 35 anni il contest è nato con l’obiettivo di valorizzarne la creatività nell’ambito della sceneggiatura, incoraggiando gli aspiranti autori ad affrontare nuove sfide narrative, creare nuovi concept, personaggi e mondi possibili.  Tema di questa prima edizione, la Città di Milano intesa come scenario, location, centro drammaturgico di invenzione di storie.  Superando ogni più rosea aspettativa e a dimostrazione della necessità a cui evidentemente il contest ha risposto, sono arrivate oltre 200 candidature.

I progetti pervenuti sono stati sottoposti al giudizio di 9 commissioni di selezione, composte da tre lettori ciascuna, che hanno scelto 22 semifinalisti; un’altra commissione composta da 5 lettori ha lavorato per scegliere la rosa dei 12 finalisti ammessi al Pitching:  Mala vida social club di Francesco Caronna e Domenico del Mastro, Gli album dei Ricordi di Jacopo Cazzaniga, Il grande smog Paula Corbellini e Davide Lo Schiavo Who Died and Made you King of the Island? di Claudia De Angelis, Thriller nights di Oliviero Del Papa, Ossobuco di Marcello Gobbi, Rani l’asteroide di Mattia Gradali, Trench stories di Silvestro Maccariello, Geobolodd di Francesco Morgante, Taman shud di Elena Nappi, Miami di Lorenzo Ongaro, Due corsari a Milano di Andrea Petino.

Ad assegnare Il Primo Premio e il Secondo Premio è stata una Giuria di professionisti nell’ambito della serialità e della sceneggiatura, presieduta da Laura Ippoliti – Sceneggiatrice e docente di Teoria e tecnica dell’interpretazione scenica e Regia del teatro musicale (Conservatorio di Musica di Foggia), e composta da:
Marco Villa – Giornalista e autore tv (serialminds.com. Rockit, E poi c’è Cattelan)
Ivan Carlei – Vicedirettore di Raifiction per la struttura Lunga Serialità, Innovazione Prodotto
Leonardo Ferrara – Dirigente Raifiction per la Struttura Lunga Serialità, Innovazione Prodotto
Salvatore Carlo Micciché – Direttore dell’Osservatorio Editoriale Contenuti Rti-Mediaset
Lorenzo Gangarossa – Produttore e Responsabile dei Progetti Internazionali di Wildside

Lascia un commento

Top