Verallia e l’innovazione del vetro: bottiglie sempre più leggere ed eco-concepite

Verallia, – www.verallia.com – punto di riferimento mondiale nella produzione di vetro alimentare, ha scelto un appuntamento rilevante per la storia delle sua presenza industriale in Italia come il 50esimo anniversario del suo stabilimento di Dego (SV) per fare il punto della situazione sul proprio business. Ha annunciato un concreto passo in avanti in termini di innovazione e sostenibilità ambientale: l’ulteriore alleggerimento dei contenitori in vetro eco-concepiti, che permette di mantenere inalterate le caratteristiche tecniche ed estetiche del prodotto.

La continua innovazione in chiave sostenibile, infatti, è sempre stata al centro degli investimenti di Verallia, il cui principale obiettivo è, dalla sua fondazione, quello di valorizzare sempre più il vetro, materiale sano, totalmente riciclabile e che mantiene intatte le qualità organolettiche dei prodotti contenuti. In questo contesto si inseriscono due innovazioni frutto del lavoro congiunto tra il Verallia Innovation Team e gli stabilimenti produttivi dell’azienda: le linee GreenJar ed Ecovà, due esempi concreti di come l’impegno alla sostenibilità di Verallia possa portare evidenti benefici ambientali che coinvolgono l’intero ciclo produttivo.

GreenJar è una linea di vasi alimentari realizzati con oltre il 90% di vetro riciclato. L’utilizzo di una così alta percentuale conferisce ai vasi il loro caratteristico colore verde e, dal punto di vista ambientale, assicura un importante risparmio: se pensiamo che per ogni 10% di rottame di vetro utilizzato si limitano del 5% le emissioni di CO2 e del 3% il consumo di energia.

Ecovà invece, è la linea di bottiglie eco-concepite in vetro alleggerito che mantiene intatte le caratteristiche estetiche e fisiche di resistenza delle bottiglie pur diminuendo il loro peso dal 10 al 30%. Verallia sta ampliando sempre di più i prodotti in gamma a partire dalle caratteristiche bottiglie bordolese per il vino, fino a speciali linee d’acqua per la Gdo, progetto per il quale l’azienda è riuscita a ottenere che sei bottiglie da un litro pesino come sei bottiglie da un litro e mezzo in plastica.

“Per Verallia, innovazione e sostenibilità sono sinonimi”, afferma Laura Miotto, responsabile sviluppo commerciale e marketing di Verallia Italia. “Ogni giorno perfezioniamo sempre di più il processo di produzione e, grazie alla sola introduzione della linea Ecovà, riusciamo a risparmiare in un anno oltre 17.000 tonnellate di materie prime. Risultati così importanti sono per noi uno sprone a fare meglio. Per il 2013, ci siamo infatti fissati l’obiettivo di riuscire a produrre delle bottiglie che pesino solo 390 g, contro i 450 g di una bottiglia tradizionale”.

Verallia è il marchio che riunisce sotto un unico nome tutte le attività del Gruppo Saint-Gobain nel settore del packaging alimentare in vetro. In Italia, Verallia opera attraverso 6 stabilimenti in cui si progettano e producono vasi e bottiglie in vetro, dando occupazione a 1.115 addetti. Nel 2011, la produzione degli stabilimenti italiani Verallia si è attestata a 3,2 miliardi di contenitori, di cui una parte significativa – oltre il 60% – è stata ottenuta dal riciclo di 600.000 tonnellate di vetro.

Lascia un commento

Top