Vacanze? Meglio cercarsi un lavoro…

vacanze

Vacanze per modo di dire: d’estate in Italia si cerca lavoro. Secondo un’indagine condotta da Jobrapido, il 62% degli italiani nel periodo estivo cerca un lavoro nella speranza che possa diventare un’esperienza duratura, il 24,5% vorrebbe arrotondare lo stipendio per godersi i propri hobby e ben il 60% lo vorrebbe vicino a casa.

L’estero è un incentivo a trovare un lavoro estivo per il 41% degli intervistati, ma oltre uno su quattro si dice troppo intimorito dalla lingua e cultura straniera (26%). Internet e i social network rimangono il canale preferito per trovarlo per il 48% dei casi. Con l’arrivo dell’estate secondo Jobrapido cresce il numero di persone che utilizza il tempo per cercare impiego. L’indagine è stata condotta su un campione di circa 2.500 iscritti alla community italiana Jobrapido, che a livello mondiale conta oltre 60 milioni di utenti registrati.

UN LAVORO NON IMPORTA CHE SIA ESTATE

I candidati che cercano un lavoro nel periodo estivo mantengono le stesse priorità che hanno nelle ricerche svolte nel corso dell’anno. In particolare, la vicinanza a casa rimane un fattore chiave per la scelta del posto dove spedire il proprio cv, opzione preferita dal 60% degli intervistati. Meno appealing risultano la possibilità di lavorare in luoghi di vacanza per potersi godere la stagione estiva, preferita dal 16,5%, e il lavoro in ambito “eventi” per stare a contatto con le persone (13,5%).

QUALI SONO LE ASPETTATIVE DI CHI CERCA UN IMPIEGO ESTIVO

Il fattore stagionale non sembra incidere nelle ricerche di lavoro da parte dei candidati italiani. Infatti, la netta maggioranza di loro (62%) desidera che il lavoro estivo si trasformi in un’esperienza stabile anche dopo la stagione, contro solo l’11% che invece la vorrebbe limitata a poche settimane. Quasi un candidato su quattro (24,5%) la percepisce come un’opportunità per arrotondare lo stipendio e potersi pagare i propri hobby, e solo il 2,5% dichiara di non cercare lavoro in questo periodo, preferendo godersi i weekend e il proprio tempo libero. Agosto emerge come mese principale in cui poter svolgere l’impiego: solo il 7% vorrebbe un lavoro esclusivamente nel periodo giugno-luglio.

ESTERO: OPPORTUNITA’ O RISCHIO

Se da un lato ben il 41% dei candidati dichiara di essere interessato a svolgere un lavoretto estivo all’estero, oltre uno su quattro (26%) afferma che non lo farebbe, in quanto l’ostacolo della lingua e della cultura diversa sarebbero troppo grandi. Per i candidati pronti a fare la valigia, il 27% valuterebbe l’idea solo a fronte di uno stipendio adeguato.

COME CANDIDARSI PER UN LAVORO ESTIVO?

Anche in questo caso la ricerca del lavoro estivo rispecchia i trend classici di ricerca del lavoro, con i canali online preferiti a quelli offline. Nello specifico, il 48% dichiara di cercarlo attraverso social network e motori di ricerca. I contatti personali sono ancora molto importanti per il 26,5% degli intervistati, mentre le agenzie interinali sono il canale preferenziale solo per il 12,5%.

 

Lascia un commento

Top