Bambini e creatività nel week end di Milano

uovokids (600x355)

Sabato e domenica al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (e in tutta Milano), tornerà Uovokids, festival innovativo e pluridisciplinare dedicato alla creatività contemporanea per bambini e famiglie.

Pensata e articolata pensando a Expo, la sesta edizione presenterà 29 proposte di 33 artisti provenienti da 9 paesi (Svizzera, Stati Uniti, Giappone, Germania, Serbia, Spagna, Italia, Francia, Brasile), che esploreranno in modo insolito e divertente i campi dell’arte, della tecnologia, del design, con un’attenzione particolare alle tematiche legate a fooding e all’alimentazione.

Tante le esperienze curiose da non perdere: da Play! di Musicamorfosi – incentrato sulla piattaforma di gioco Imagination playground (che ha tra i suoi testimonial la First Lady americana Michelle Obama), alle installazioni robotiche dei berlinesi Sonice Development, dalle irresistibili reazioni a catena ispirate ai mirabolanti meccanismi di Rube Goldberg nella nuovissima Tinkering Zone del Museo della Scienza, alle ingegnose creazioni musicali on-line del duo giapponese Lullatone, dalle architetture di pane di Soup Opera alla doppia presenza di Coderdojo – movimento no-profit globale che promuove l’insegnamento della programmazione ai giovani di età compresa tra 7 e 17 anni in maniera gratuita, dalla computer graphic di Giorgio Bellasio fino al giardinaggio creativo dei designer Giorgia Zanellato e Daniele Bortotto (in collaborazione con Actant Visuelle) o allo Yoga per stimolare la creatività di Yogafestival.

Ma, come detto, quest’anno Uovokids esce dal museo e approda in città con due eventi: il primo è la creazione di un gioco da tavolo dedicato al cibo e alla condivisione, realizzato appositamente dai designer Milimbo di Valencia (ospite delle recenti edizioni di Uovokids) per i bambini delle scuole primarie milanesi, nelle quali verrà distribuito gratuitamente in 300 copie.
Il secondo, a conclusione del festival, sarà invece domenica 18 ottobre al Castello Sforzesco: Parade Moderne è un progetto originale degli artisti francesi Coco Petitpierre et Yvan Clédat, una curiosa performance “scultorea”, in cui le figure di Magritte, Ernst, De Chirico, Léger, Munch, Arp, Brauner, Malevich daranno una singolare e suggestiva “lezione” di storia dell’arte en plein air.

Grande novità di quest’anno è la possibilità dell’acquisto online del biglietto di ingresso al Museo che, senza alcun costo di prevendita, garantisce l’accesso al festival. L’iscrizione alle attività di Uovokids è gratuita, mentre è necessario prenotarsi ai laboratori a posti limitati presso l’info point Uovokids interno al Museo il giorno stesso (l’acquisto online non dà diritto di prelazione per l’iscrizione a questi laboratori).

Lascia un commento

Top