Toscana: vaucher per manager d’azienda da 500 mila euro

Vaucher per un valore di 500 mila euro sono stati stanziati dalla Regione Toscana per la partecipazione a percorsi formativi che puntano al rafforzamento e all’aggiornamento delle competenze dei manager d’azienda, e rendere effettivo il diritto di ogni lavoratore a sviluppare ed aggiornare le proprie competenze ed abilità professionali lungo tutto l’arco della vita.

Con questo intervento si punta ad attuare la Strategia Industria 4.0 promuovendo in particolar modo la partecipazione a percorsi formativi focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali. Possono presentare domanda di finanziamento i manager delle imprese private, o comunque a prevalente capitale privato, intesi quali dirigenti/quadri d’azienda secondo il CCNL di riferimento che svolgono funzioni apicali, in servizio presso unità produttive ubicate sul territorio regionale della Toscana ed in possesso dei seguenti requisiti al momento della presentazione della domanda:

prestare la propria attività lavorativa presso un’unità produttiva ubicata in Toscana;
essere inquadrati quali dirigenti/quadri con una delle seguenti tipologie contrattuali:
– contratto a tempo indeterminato
– contratto a tempo determinato
– contratto di lavoro intermittente
– contratto part-time
– soci lavoratori iscritti nel Libro unico del lavoro
– contratto di lavoro co.co.co.
– lavoratori in cassa integrazione guadagni ordinaria o straordinaria.

Sono ammissibili a finanziamento percorsi formativi volti all’aggiornamento, alla qualificazione e alla riqualificazione dei destinatari sopra indicati. I percorsi devono essere rispondenti alle esigenze di sviluppo professionale del manager d’azienda, connessi alla sua occupazione e/o finalizzati al miglioramento della professionalità posseduta e/o finalizzati allo sviluppo di ulteriori capacità e competenze professionali. Si intende favorire in particolar modo, in attuazione della strategia regionale su Industria 4.0, l’accesso a percorsi formativi diretti al rafforzamento delle competenze necessarie per compiere scelte di innovazione tecnologica, organizzativa, gestionale e dei modelli di business che consentano di cogliere le opportunità di crescita offerte alle imprese dal nuovo paradigma Industria 4.0: ad esempio, corsi che forniscano una visione ampia e strategica del ruolo delle tecnologie digitali nelle imprese, corsi che forniscano una panoramica sulle principali tecnologie digitali e relative soluzioni applicative, corsi che consentano la definizione di strategie l’avvio di un processo di digitalizzazione dell’impresa. Non sono ammissibili corsi di formazione obbligatoria sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Sono ammissibili master universitari.

Per l’attuazione del bando è disponibile la cifra complessiva di euro 500.000 a valere sulla legge 53/2000.

Top