Toscana al centro della ricerca scientifica

In Toscana il mondo delle life sciences si dà appuntamento a Siena per due giorni di lavori, incontri e dibattiti dedicati al presente e al futuro delle scienze della vita, dal 14 al 15 settembre.

Siena. “Generiamo il futuro”. È questo il titolo della prima conferenza sulla ricerca nelle scienze della vita in Toscana, in programma a Siena venerdì 14 e sabato 15 settembre. L’iniziativa, organizzata dalla Regione Toscana in collaborazione con la Fondazione Toscana Life Sciences, si svolge nell’ambito dell’evento informativo annuale del Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), quest’anno dedicato alle iniziative, alle politiche e agli sviluppi delle life sciences.

Foto Paolo Lazzeroni-Siena-:LABORATORI TLS SIENA

Partendo dal più ampio quadro del processo MTR (Mid Term Review) della strategia di ricerca e innovazione per la Smart Specialisation (RIS3) il mondo della ricerca, quello delle istituzioni e delle imprese si confronteranno su alcuni dei temi più significativi dell’ecosistema regionale delle life sciences: dall’attrazione di investimenti, ai finanziamenti per ricerca e innovazione, dalla medicina di precisione fino alla formazione e alla sanità 4.0. Se il grande tema di “Generiamo il futuro” sarà l’analisi delle politiche di supporto alla ricerca nel settore salute, gli obiettivi della conferenza sono quelli di stimolare delle considerazioni di sintesi e illustrare le opportunità offerte dall’innovazione tecnologica per una sanità universale, sostenibile e innovativa.

Innovazione e ricerca nelle scienze della vita. Due giorni di lavori, incontri e dibattiti che si svolgeranno presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Siena, in via Mattioli 10. Si comincia venerdì 14 settembre, alle ore 9.30 per parlare, in sessione plenaria, di “Innovazione e ricerca nelle scienze della vita”. Nella prima parte della mattina sarà presentato il contributo del Por Fesr allo sviluppo del territorio nel quadro più ampio delle sfide della politica di coesione dopo il 2020 e, nella seconda, si affronterà la questione del sostegno regionale alla ricerca e all’innovazione sulle scienze della vita. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14.30 si apriranno cinque diverse sessioni alle quali è possibile partecipare, previa iscrizione. I temi al centro dei lavori saranno: i risultati della ricerca in materia di salute, l’attrazione di investimenti in ambito scienze della vita in Toscana, il welfare culturale, gli ecosistemi per la valorizzazione della ricerca e la comunicazione dei progetti del POR FESR: come trasformare gli obblighi comunicativi in opportunità.

I lavori si riapriranno sabato 15 settembre alle ore 9, con una sessione plenaria, dedicata ad illustrare la situazione attuale del settore life sciences, individuando le traiettorie politiche future di sviluppo regionali ed europee, e le politiche individuate dalla Regione Toscana per sostenere la ricerca nelle scienze della vita. Successivamente si parlerà de “Il futuro della ricerca in sanità” esponendo i risultati della Mid term review RIS3 relativa alla strategia di specializzazione intelligente della Regione Toscana.

Laboratori per bambini e mostra fotografica. Nel corso della due giorni saranno organizzati dei laboratori per bambini al Santa Maria della Scala, in Piazza del Duomo, nell’ambito delle iniziative legate al progetto “Scienziati per un giorno” della Fondazione TLS. Gli spazi dove si svolgerà l’evento ospiteranno anche una mostra fotografica sul tema della salute attraverso i progetti finanziati dal POR FESR. Nei due giorni di “Generiamo il futuro”, inoltre, sarà allestita un’esposizione delle opere dei pazienti dell’OPG di Montelupo, nell’ambito della sessione dedicata al welfare culturale.

Top