Teva Pharmaceutical Industries nomina
Erez Vigodman presidente e ceo

teva-erez-smallTeva Pharmaceutical Industries, una delle principali aziende farmaceutiche mondiali, ha un nuovo ceo. Si tratta di Erez Vigodman, 54 anni, nominato ceo e presidente dal prossimo 11 febbraio. Vigodman sostituirà Eyal Desheh che tornerà a ricoprire la sua precedente carica di cfo e group evp. Fino al 6 febbraio Vigodman ricoprirà la carica di presidente e ceo della Makhteshim Agan Industries (MAI), importante azienda agrochimica mondiale.  “Erez è la persona giusta per guidare Teva”, ha dichiarato Phillip Frost, presidente del CdA di Teva. “Abbiamo preso in considerazione una lunga lista di candidati interni ed esterni, come previsto dai nostri rigorosi processi aziendali di selezione, coinvolgendo una società di ricerca del personale internazionale quale Egon Zehnder. Erez si è distinto grazie alla sua comprovata esperienza nella trasformazione di aziende complesse e globali riportando risultati eccellenti. E’ un manager con una incredibile mentalità strategica e una comprovata abilità nel realizzare programmi di ristrutturazione, nel dare impulso all’organizzazione, nel favorire un’espansione di successo nei mercati emergenti e lavorare con i mercati finanziari. Siamo estremamente compiaciuti della sua nomina”.

Vigodman ha diretto MAI a partire dal 2010. In questo lasso di tempo ha rilanciato la profittabilità di questa azienda migliorando l’operatività quotidiana e investendo in aree che destinate a portare una crescita organica. Dal 2009 al 2012, MAI ha fatto registrare un incremento delle proprie vendite del 9% in termini di CAGR (Compounded Annual Growth Rate), con un utile operativo del 33% e un utile netto del 55%. Questo trend positivo è proseguito anche nel corso dei primi 9 mesi del 2013.

Vigodman ha trasformato il business di MAI attraverso un piano strategico completo che ha messo in gioco mosse audaci e un’eccezionale crescita nell’ambito dei mercati chiave, significative efficienze operative, un miglioramento del portfolio dei prodotti e un balzo in avanti delle infrastrutture di r&d. Vigodman ha guidato l’espansione di MAI nei mercati emergenti attraverso l’Asia e l’America Latina e ha progettato una fusione inversa con ChemChina, dando così a MAI accesso al mercato cinese e gettando le fondamenta per piattaforme operative in Cina.

Prima di MAI, Vigodman ha ricoperto il ruolo di presidente e ceo per il gruppo Strauss, un’azienda globale che produce alimenti e bevande. In quella posizione ha reso Strauss un player mondiale, con uno specifico orientamento verso i mercati emergenti, e verso il Brasile in particolare. Nell’ambito di Strauss, ha portato avanti collaborazioni con aziende leader sul mercato globale quali Danone e PepsiCo. Nel corso del suo mandato, Strauss ha più che raddoppiato le proprie vendite da 2,9 milioni di NIS nel 2002 a 6,2 milioni di NIS nel 2008.

Vigodman, israeliano, nel 1987 ha conseguito una laurea in Economia e Commercio all’Università di Tel Aviv e in seguito un attestato del programma di Management Development presso la Harvard Graduate School of Business Administration presso l’Università di Harvard. È membro dell’Advisory Committee dell’Israel National Economic Council, e ha prestato servizio presso l’Advisory Board del governatore della Banca di Israele tra il 2005 e il 2009. Teva impiega circa 46.000 persone in tutto il mondo e nel 2012 ha registrato 20,3 miliardi di dollari di ricavi.

Lascia un commento

Top