Tassi agevolati e garantiti per le Pmi
con i fondi europei Jeremie entro il 31 agosto

Industria1È attiva fino a fine agosto la possibilità per le piccole e medie imprese lombarde di finanziare i propri investimenti in ricerca e sviluppo a tassi agevolati. E’ la possibilità offerta dai fondi europei del Portfolio Pmi Jeremie FESR. Questo accesso al credito è destinato alle Pmi che operano in Lombardia e che vogliano sostenere investimenti ad alto contenuto innovativo. 
L’accesso al credito –  possibile anche per le imprese in fase di avvio – è destinato per ricerca industriale e sviluppo sperimentale; innovazione tecnologica e sviluppo organizzativo aziendale.«Il punto di forza di questi finanziamenti è rappresentato dai tassi praticati alle aziende, il 3,5%, di contro a un tasso variabile in ragione del rating che può arrivare sino al 7% e dal fatto che siano con garanzia consortile, che significa una copertura delle perdite che arriva sino all’80%”, sottolinea Luca Barni, direttore generale della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.

“I finanziamenti”, sottolinea il direttore generale di Upifidi Mario Deplano, “saranno erogati sotto la formula di mutui chirografari destinati alle aziende del nostro territorio e con un grado di copertura finanziaria pari almeno al 60% del costo dell’investimento ammesso (Iva esclusa)». Le richieste, che dovranno collocarsi tra un minimo di 30mila euro e un massimo di 500mila euro, potranno essere formalizzate a una qualunque filiale della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate o direttamente alla sede di Upifidi in via Maino 7 a Busto Arsizio. Una opportunità interessante a valere sul plafond disponibile di 42,5 milioni di euro, per cui le domande dovranno essere presentate e formalizzate inderogabilmente entro il 31 agosto.

Lascia un commento

Top