TAM richiede 1.000 nuovi voli per preparare il suo network
al Campionato del Mondo di Calcio in Brasile

Aereo TAM 2TAM Airlines ha ricevuto la risposta ufficiale da parte dell’Anac (Agencia nacional de aviación civil) inerente alla richiesta che aveva avanzato lo scorso dicembre riguardo ai cambiamenti di rotte aeree del suo network durante la prima fase del campionato mondiale di calcio che si terrà in Brasile nei prossimi mesi di giugno e luglio. La compagnia riconosce il grande sforzo fatto da Anac per permettere un flusso regolare di passeggeri nel Paese durante la competizione.In questo momento TAM sta entrando nella fase di analisi dei cambiamenti che sono stati approvati, incrociando le informazioni ricevute con le richieste di orari che erano state presentate in origine e valutando l’impatto sulle rotte (percorsi di volo) complete che potranno essere operate dai suoi aeromobili durante i Mondiali. In aggiunta, i cambiamenti, le controproposte e le nuove interazioni con l’Anac, permetteranno alla compagnia di stabilire concretamente quale sarà la sua rete di rotte durante lo svolgimento dei Campionati.

Tutte le modifiche relative alle operazioni di TAM tra giugno e luglio 2014 verranno pubblicate in maniera continuativa in tutti i canali di vendita della compagnia fino alla prima metà di febbraio. Per i posti sui voli TAM nel periodo della competizione saranno messi a disposizione anche dei biglietti aerei dai prezzi competitivi e accessibili. Per maggiori informazioni sui prezzi dei biglietti è possibile consultare la pagina web della compagnia aerea  – www.tamairlines.com.

Nella proposta presentata all’Anac nel dicembre scorso, TAM Airlines aveva richiesto l’autorizzazione a operare 1.000 voli in più, 850 dei quali sono domestici, nei mesi di giugno e luglio 2014 con l’obiettivo di soddisfare la domanda sia dei passeggeri brasiliani sia di quelli internazionali in vista dei cambiamenti previsti per i flussi di passeggeri nella nazione durante quel periodo.

“Per quattro decenni, TAM si è impegnata nello sviluppo del Brasile. E per noi non cambia nulla”, ha affermato Claudia Sender, ceo della compagnia aerea. “Abbiamo fatto una richiesta consistente di voli addizionali per rispondere alla domanda dei passeggeri basata sulla distribuzione geografica delle città ospiti e delle date delle gare. L’investimento richiesto per operare questi voli dovrebbe superare i 50 milioni di real. Dovremo anche investire nella formazione e nel reclutamento di più di 1.000 lavoratori temporanei, per posizioni nei call center e negli aeroporti. Senza contare gli investimenti nella gestione di spostamenti speciali, nel riservare gli aeromobili, negli equipaggi a bordo e nei team di manutenzione, così come l’orientamento dei passeggeri e le informazioni tramite sforzi di comunicazione che sono già stati implementati”.

Il network che sarà operato tra giugno e luglio 2014 dovrebbe condurre a cambiamenti temporanei alla mappa delle operazioni dei voli regolari della compagnia aerea in questo modo le città che ospiteranno il torneo saranno servite da più voli operati dalla compagnia aerea. Di seguito pubblichiamo per completezza alcuni esempi (in media):

Brasilia, incremento da 83 a 96 voli giornalieri;

Cuiabá, incremento da 5 a 11 voli giornalieri;

Fortaleza, incremento da 27 a 32 voli giornalieri;

Manaus, incremento da 13 a 18 voli giornalieri;

Rio de Janeiro, incremento da 100 a 112 voli giornalieri.

Lascia un commento

Top