StayDo, la piattaforma per i turisti è disponibile in Piemonte

f9d22c7e375c17391a965dc5383dccacf902371f-700x325

StayDo, la piattaforma destinata a chi vuole vivere una vacanza in un modo tutto nuovo, disponibile sul sito www.staydo.it, è stata pensata per rispondere sia alle esigenze dei turisti che desiderano utilizzare al meglio il proprio tempo libero, che a quelle degli albergatori che vogliono offrire attività ai propri ospiti.

StayDo, che in questa fase iniziale coprirà le zone chiave del territorio delle colline piemontesi, si propone di mettere in contatto domanda e offerta di corsi identificando come principali fruitori gli ospiti di strutture ricettive primariamente extra-alberghiere (agriturismi, B&B). L’idea è quella di poter offrire servizi diversi a seconda della categoria di utenti: consentire ai turisti la ricerca di tipologie di corsi per area geografica e data, mentre ad istruttori selezionati e alle strutture alberghiere poter segnalare la disponibilità rispettivamente ad erogare e ospitare corsi.
Il viaggiatore avrà quindi a disposizione un servizio di ricerca e prenotazione delle attività da fruire presso le residenze turistiche prescelte, mentre l’albergatore si differenzia dalla concorrenza offrendo nuove attrattive per incrementare il numero di prenotazioni.

StayDo concentra maggiormente l’attenzione a strutture ed istruttori a cui lancia una call to action ad iscriversi e a contattare lo staff per scoprire come funziona il servizio nei dettagli.

L’idea è di Paolo Pastorino, background scientifico, professionista nel mondo tlc e dell’It, e di sviluppo prodotto e marketing, ha fatto leva sulla sua passione di viaggiatore instancabile e curioso per mettere a punto il servizio che è cuore della neo-impresa di cui è a capo.: ‘Il nome StayDo vuole richiamare l’idea di ‘stare’, ‘fermarsi’ per una vacanza, ma anche di continuare a ‘fare’, di essere operosi, proprio come l’ape del nostro logo”, dice Pastorino. “Con StayDo vogliamo proporre un servizio assolutamente innovativo che si pone sul mercato B2C2B, adeguandosi alle necessità dei fruitori che possono sostanzialmente seguire il corso prescelto nella stessa struttura che hanno selezionato per il loro soggiorno. StayDo nasce da un’ispirazione su cui riflettevo da tempo, ma che si è concretizzata in pochissimo tempo trovando ampi e positivi riscontri con tutti gli interlocutori che fino qui mi hanno affiancato e sostenuto’.

IL PIEMONTE CHE SA INNOVARE

StayDo è un progetto supportato dal programma Mettersi In Proprio dell’Area Metropolitana di Torino e che collabora con Camera di Commercio di Torino, Regione Piemonte, Comune di Torino, Città di Asti, ATL Asti, Città di Chieri, Reseau Entreprendre Piemonte, tutte realtà piemontesi che stanno credendo nel forte potenziale innovativo di questa start up. Un’idea che alimenta quell’immagine di Piemonte che sa innovare, regione da cui lo stesso progetto parte, circoscrivendo al momento la propria attenzione all’area geografica di Langhe, Roero, Monferrato, Astigiano, collina e provincia torinese, ma pronta ad espandersi in tutta Italia.

Attualmente StayDo è in una fase di lancio e consolidamento della rete di strutture ed istruttori coinvolti e a partire dal mese di Maggio aprirà le registrazioni per queste due categorie rendendo disponibili i primi eventi fruibili anche dai turisti. Per questi ultimi, il servizio sarà pienamente operativo entro metà Giugno 2016. Le categorie tra cui scegliere e selezionare durante le vacanze, prevedono opzioni come cucina, enologia, degustazioni, benessere, fotografia, cultura, sport ed attività per bambini.

Per approfondire la conoscenza del servizio StayDo sono stati organizzati due incontri:29 aprile 2016, ore 11.30 – In occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento promosso dalla Città di Asti, Vinissage, mercato del vino biologico, biodinamico e naturale – c/o Circolo della Stampa, Palazzo Ceriana Mayneri (Corso Stati Uniti 27, Torino).
5 maggio 2016, ore 11.30 – Conferenza stampa di presentazione di StayDo, presso sala Consiliare del Comune di Asti.

Lascia un commento

Top