Star Alliance firma partnership con Juneyao Airlines (Cina)

star-alliance

Dal 1° gennaio la compagnia cinese con sede a Shanghai, Juneyao Airlines, sarà ”connecting partner” di
Star Alliance grazie alla partnership strategica sottoscritta dall’alleanza globale Star Alliance e l’aviolinea asiatica.

Con questa partnership il vettore cinese sarà in grado di offrire ai passeggeri Star Alliance che scelgono voli di interconnessione a Shanghai una gamma di servizi quali il through-checkin, l”accesso alle lounge e
altri importanti benefici. ”Juneyao Airlines rappresenta un eccellente partner in grado di ampliare il nostro network di destinazioni in Cina via Shanghai”, ha commentato Mark Schwab, ceo di Star Alliance. ”Grazie alla crescente rete di città servite da Juneyao, i nostri passeggeri beneficeranno di un”ampia rete di collegamenti verso le
metropoli cinesi e verso destinazioni internazionali”. Sono attualmente 17 i vettori membri di Star Alliance che operano circa 1.600 voli settimanali da e verso i due aeroporti di Shanghai – il Pudong International e l’Hongqiao International entrambi serviti da Juneyao Airlines. Con un flotta di 56 aeromobili Juneyao Airlines
opera oltre 1.700 voli settimanali verso 69 destinazioni in otto paesi e regioni. “Juneyao Airlines è lieta di contribuire all’ampliamento della rete di destinazioni servite da Star Alliance attraverso i due aeroporti di Shanghai. Mettiamo a disposizione dei viaggiatori 53 rotte addizionali e complementari all”attuale rete di
collegamenti operati dai vettori Star Alliance a Shanghai e saremo sicuramente in grado di attrarre un numero maggiore di passeggeri che volano attraverso i nostri due hub”, ha commentato Wang Junjin, chairman di Juneyao Airlines.
”Da quando abbiamo iniziato ad operare 10 anni fa, la reputazione di Juneyao Airlines in Cina è fortemente cresciuta. E’ quindi giunto per il vettore il momento di intraprendere un nuovo passo nella propria
strategia di crescita. Sin dall’inizio del nostro rapporto siamo rimasti impressionati dalla professionalità e dall’efficienza operativa del vettore”, ha aggiunto Schwab. Il modello ”Connecting Partner” è stato sviluppato per permettere ai vettori di sviluppare sinergie con Star Alliance senza diventare un membro a tutti gli effetti. Per i clienti questo significa ulteriori opportunità di volo oltre ai 1.300 aeroporti serviti dai 28 vettori membri di Star Alliance. I ”connecting partner” vengono selezionati con attenzione e devo essere in grado di rispettare gli elevati standard operativi richiesti dall’alleanza.

Lascia un commento

Top