Un nuovo centro di ricerca in Umbria per Skyrobotic

Dopo averle presentate alla stampa, sabato Skyrobotic, società parte del gruppo Italeaf e attiva nello sviluppo, progettazione e produzione di droni per usi civili e commerciali, mostrerà le sue soluzioni al pubblico romano nella seconda e terza giornata del Roma Drone Expo&Show.

Quattro i campi applicativi che Skyrobotic ha portato a Roma per le proprie proposte commerciali

– Aerofotogrammetria: strumentazioni, procedure ed esperienza tipiche del settore della geomatica pre mostrare i vantaggi nell’uso dei droni (topografi, studi di ingegneria, geologi).
– Agricoltura di precisione: mirato all’esecuzione di interventi agronomici in modo selettivo nelle varie aree di un campo in base alle effettive esigenze colturali e alle caratteristiche biochimiche e fisiche del suolo.
– Protezione Civile: set multiruolo dedicato ai Dipartimenti nazionali e regionali di Protezione Civile per attività che variano dal disaster management alla situational awareness.
– Piattaforma Multisensore: E’ la soluzione “aperta”, destinata a una clientela che possa utilizzare l’APR SR-SF6 per diverse applicazioni, semplicemente “switchando” molteplici sensori intercambiabili.

“E a Roma annunceremo il nostro nuovo centro produttivo di ricerca e sviluppo avviato in Umbria di circa 1.200 mq, che costituisce il più grande centro Italiano per lo sviluppo e produzione industriale di droni civili e commerciali”, afferma Federico Zacaglioni, Ceo di Skyrobotic Spa.

Lascia un commento

Top