Sanatoria slot al 20%. Per lo Stato solo 490 milioni

Las_Vegas_slot_machinesIl contenzioso tra Corte dei Conti e concessionari slot potrebbe chiudersi con il pagamento del 20% della multa da 2,5 miliardi comminata in primo grado e relativa alla vicenda delle maxi-penali per il mancato collegamento delle macchine tra il 2004 e il 2007, con un incasso per lo Stato da circa 490 milioni di euro. E’ quanto contiene la bozza del Decreto Iva che dovrebbe approdare stasera in Consiglio dei Ministri. La norma sarebbe relativa a tutte le controversie contabili, quindi non sono solo i concessionari dei giochi ma tutti i dipendenti e amministratori pubblici condannati in primo grado. Con il nuovo decreto – secondo Agipronews – viene prevista la possibilità di chiudere i conti pagando il 20% della sanzione applicata dai giudici contabili con un versamento entro il 10 ottobre a un conto infruttifero del Tesoro. Resta comunque aperta la possibilità di accedere alla definizione agevolata prevista dal decreto Imu-Cig, ovvero aderire entro il 15 ottobre e versare il 25% della sanzione entro il 15 novembre.

Attualmente, nel decreto Imu, è prevista una agevolazione del 25% delle somme dovute in primo grado: lunedì 30 settembre alle 13 è fissato il termine per la presentazione degli emendamenti, in discussione nelle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera, nella prossima settimana verrà avviata la discussione in aula.

Lascia un commento

Top