Sammontana, Leonardo e la macchina del freddo

Sammontana

Sammontana rende omaggio a un suo grande conterraneo. #FoodPeople. La mostra per chi ha fame di innovazione, al Museo della scienza e della tecnica di Milano, espone infatti la prima “macchina del freddo” della storia, quella progettata da Leonardo Da Vinci alla fine del XV secolo. Un’anteprima mondiale per tutto il periodo dell’Expo.
Partendo da un disegno sicuramente autografo di Leonardo databile 1492, individuato e interpretato da Alessandro Vezzosi, direttore del Museo Ideale Leonardo Da Vinci, è stato possibile realizzarne un inedito modello funzionante a grandezza naturale, con il sostegno di Sammontana Italia, azienda nata e operante nei dintorni della città natale di Leonardo, tra Vinci ed Empoli.
Leonardo ci ha lasciato un disegno schematico e una spiegazione teorica per analogia in contrappunto. Troviamo disegno e spiegazione nel dettaglio di un foglio di cm 21×15 del Ms. A (databile alla metà del primo periodo milanese di Leonardo, circa 1492) che Napoleone farà trafugare dalla Biblioteca Ambrosiana e che, dopo la caduta del suo impero, sarà “dimenticato” a Parigi con altri manoscritti oggi conservati presso l’Institut de France.
In base al disegno e al testo del foglio e ai dati di studi ed esperimenti in altre carte di Leonardo, si è giunti a definire le caratteristiche, la forma e il funzionamento della macchina. Una realizzazione del Museo Ideale Leonardo Da Vinci con Studio M di Andrea Martelli.

Lascia un commento

Top