Sace e Simest: “Federazione Russa area strategica”

Oltre 250 presenze tra imprese, associazioni e operatori economici, ai seminari tecnici organizzati oggi al Palariviera di San Benedetto del Tronto nell’ambito della XXI Sessione della Task Force italo-russa sui distretti e le piccole e medie imprese. Il primo incontro era dedicato agli strumenti finanziari utili all’internazionalizzazione delle imprese e ha visto la partecipazione di Banca europea di Ricostruzione e sviluppo, Sace, Simest, Invitalia, oltre che di istituti di credito italiani e russi. Sace e Simest sono due società che hanno l’obiettivo di agevolare l’internazionalizzazione delle imprese in Russia. Il gruppo assicurativo-finanziario Sace, in particolare, ha allo studio operazioni in Russia per 2 miliardi di euro, confermando il trend positivo del portafoglio di operazioni assicurate nel Paese a sostegno degli esportatori italiani, che nel 2011 ha raggiunto in totale 5,2 miliardi (in crescita dell’11% rispetto al 2010). Le attività in Russia, primo paese nel portafoglio di Sace, riguardano in particolar modo i settori oil & gas (39%), bancario (27%) e metallurgico (25%), e registrano un crescente dinamismo nei settori legati allo sviluppo infrastrutturale e industriale.

Anche Simest, finanziaria di sviluppo pubblica-privata, sottolinea l’attenzione crescente sulla Federazione Russa: “Si tratta di un Paese in cui crediamo molto, l’interesse per l’Italia è alto”, precisa Luigi Antonelli del dipartimento sviluppo e advisory, dopo il seminario di San Benedetto. ” Simest è impegnata nel promuovere l’internazionalizzazione delle imprese verso la Russia; dagli anni ‘90 ad oggi ha deliberato 58 progetti con partner italiani in Russia, per investimenti complessivi attesi di quasi 1 miliardo di euro e strumenti di agevolazioni alle imprese per 3 miliardi di credito, pari a 322 progetti. La Task Force è molto importante per i contatti che riesce a creare anche a livello di amministrazioni territoriali italiane e russe e nelle Marche sta avendo grande successo”.

Dei focus sul settore turistico che si sono svolti questo pomeriggio daremo notizie domani.

Lascia un commento

Top