Genova dà lustro a uno dei suoi gioielli. Romanengo passa ad Agras Group

IW_Soziglia_1

Romanengo è stato venduta ad Agras Group che acquisisce la storica ditta dolciaria genovese.  Il gruppo Agras, importante realtà internazionale con una pluriennale esperienza nel settore alimentare, ha acquisito, attraverso la sottoscrizione di un aumento di capitale riservato, il 70% delle quote della storica ditta dolciaria genovese Pietro Romanengo, specializzata nella produzione di confetti, cioccolato, frutta candita, caramelle e conserve di frutta e fiori.

DAL 1870 CONTINUA A FARE SOGNARE GENOVESI  E NON

L’obiettivo dell’acquisizione di Romanengo è quello di portare oltre i confini nazionali i suoi prodotti di altissima qualità, in maniera tale da valorizzare lo storico brand anche all’estero dove, ad oggi, è presente solo in alcuni paesi come il Giappone, nel quale da anni il marchio genovese è molto apprezzato dagli esigenti consumatori del Sol Levante. La Confetteria Pietro Romanengo fu Stefano, nata a Genova nel 1780, con la sua storia ultracentenaria e i suoi prodotti di eccellenza fatti ancora oggi a mano come un tempo, ha da sempre rappresentato un enorme potenziale di valore inespresso che oggi, grazie all’acquisizione da parte del gruppo Agras, ha la possibilità di essere conosciuto, apprezzato e valorizzato in tutto il mondo.

“Investire nelle eccellenze alimentari italiane è un buon business, e Romanengo, con i suoi 235 anni di storia ininterrotta, ne è uno dei più alti rappresentanti”, ha detto a seguito dell’acquisizione Pietro Molteni, amministratore delegato del gruppo Agras.  Grazie all’accordo con Langosteria 10, noto ristorante e bistrot milanese di cui il gruppo Agras è socio e fornitore strategico, i prodotti Romanengo hanno oggi un corner dedicato nel nuovo Langosteria Caffè Milano, da poco aperto presso lo store Excelsior, nella centralissima Galleria del Corso n°4, a Milano.

Lascia un commento

Top