Ricavi di Snam dal trasporto, dispacciamento e misura del gas

snam

Snam Rete Gas: ricavi riconosciuti per il 2017

Approvati i ricavi riconosciuti per il servizio di trasporto, dispacciamento e misura del gas naturale per l’anno 2017. RAB 2015 dell’attività di trasporto pari a 15 miliardi di euro.

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, con deliberazione n. 669/2016/R/gas, ha approvato i ricavi
riconosciuti per il servizio di trasporto, dispacciamento e misura del gas naturale, per l’anno 2017 pari a 1.880 milioni di euro. I ricavi effettivi dell’anno 2017 dovranno tenere conto dei volumi effettivamente trasportati rispetto al valore di riferimento, assunto pari a 67,2 miliardi di metri cubi. La RAB al 31 dicembre 2015 per l’attività di trasporto, dispacciamento e misura è di 15 miliardi di euro. La delibera n. 669/2016/R/gas è disponibile sul sito web dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico www.autorita.energia.it.

Il Dispacciamento è un’infrastruttura strategica per la gestione dei flussi di gas sulla rete di trasporto nazionale: dalla sua sala operativa vengono monitorati e telecontrollati, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, i principali gasdotti e le centrali di compressione che compongono il sistema gas italiano.

Un grande videowall, di circa 50 metri quadrati, restituisce agli operatori una visione d’insieme della rete nazionale di trasporto del gas con i principali punti di interesse e le relative informazioni di processo. Governa e controlla il sistema di trasporto nazionale del gas per garantirne il funzionamento sicuro, affidabile ed efficiente, nonché il bilanciamento in base all’effettiva domanda di gas, che può subire significative oscillazioni nell’arco del giorno e della settimana, oltre ad avere un’accentuata variabilità stagionale. Basti pensare che in un giorno estivo, quando normalmente i consumi sono al minimo, il prelievo può scendere fino a 80 milioni di metri cubi, mentre in inverno, in un giorno feriale, può arrivare a superare i 460 milioni.L’attività viene svolta attraverso una complessa architettura tecnologica cui fanno capo la rete di telemetria, i sistemi remoti di trasmissione dati e i sistemi centralizzati di acquisizione, supervisione e controllo. Il cuore del sistema di controllo dei dati di processo è lo SCADA (Supervisory control and data acquisition), un sofisticato software in grado di gestire in tempo reale le variazioni di oltre 130.000 parametri relativi ai circa 3.000 impianti telecontrollati e monitorati da remoto. La sala controllo del Dispacciamento, operativa 24 ore su 24, si occupa di monitorare costantemente i parametri di funzionamento del sistema e la disponibilità di gas dalle fonti di approvvigionamento e di elaborare le previsioni di fabbisogno.

Lascia un commento

Top