Regione Lombardia e Unioncamere finanziano il FuoriExpo

Anche Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia hanno compreso quanto il Fuori Expo possa portare un impatto (e un indotto) importante per l’economia del territorio, soprattutto per quelle pmi che non hanno accesso ai Padiglioni dell’Esposizione Universale.
Per questo i due enti hanno promosso una misura economica per sostenere la loro partecipazione, o la promozione, agli eventi «Fuori Expo 2015».

Il bando identifica come eventi «Fuori Expo 2015» quelli organizzati da soggetti pubblici o privati che abbiano ottenuto il riconoscimento o il patrocinio da parte di soggetti come, per esempio, Expo Spa, Ministero dell’Ambiente con delega ad Expo 2015, Regione Lombardia, Comuni e le Camere di Commercio. Potranno partecipare le imprese artigiane aventi sede legale in Lombardia e che rispettano una serie di criteri ostativi previsti dal bando.

Le spese ammissibili a contributo sono riconducibili alle spese per acquisizione spazi, spese di allestimento, servizi a supporto della partecipazione all’evento, anche erogati dal soggetto organizzatore. Tutte le spese devono essere sostenute tra l’1 gennaio 2015 e il 31 ottobre 2015. La prima finestra è già scaduta il 20 aprile, ma dall’8 al 22 giugno se ne aprirà un’altra, per iniziative che si terranno dall’1 agosto al 31 ottobre.

Il contributo consiste in un voucher a fondo perduto di 1500 euro a rimborso di una spesa complessiva minima effettuata pari a 1900 euro, riferito a un solo evento. Inoltre, ogni impresa può ottenere un solo voucher. Maggiori informazioni sul sito di Unioncamere e Camera di Commercio di Milano.

Lascia un commento

Top