Recupero credito: convegno a Roma con l’Authority

logo-oic2

Recuperare credito. Giovedì 28 aprile dalle ore 9.00 presso la Sala della Regina della Camera dei Deputati si svolgerà il convegno “Recuperare Credito”, promosso dall’Osservatorio Imprese e Consumatori (OIC) durante il quale verrà presentato nuovo vademecum dell’Authority “Privacy e Recupero Crediti – Le regole per il corretto trattamento dei dati personali.”

 

Authority, associazioni dei consumatori, grandi aziende di servizi ed utilities e società di recupero crediti, siederanno allo stesso tavolo confrontandosi sulle buone regole da applicare affinché le aziende possano recuperare i propri crediti legittimi, le società di recupero crediti possano fare il proprio lavoro con trasparenza ed efficienza e i consumatori/cittadini vedano tutelati i loro interessi, con la garanzia a non essere vessati, soprattutto nel caso di situazioni di disagio. L’attività di tutela del credito è utile e necessaria non solo per il creditore, ma anche per il debitore che può essere supportato professionalmente nell’adempimento dei propri doveri. Nel corso dell’evento sarà presentato un Codice Procedurale di Autoregolamentazione quale paradigma di miglioramento delle pratiche di settore. I lavori saranno aperti Daniele De Paoli, vice segretario generale dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali, che presenterà il nuovo vademecum “Privacy e Recupero Crediti – Le regole per il corretto trattamento dei dati personali.”.

Tredici miliardi di bollette sono lasciate insolute, per 56 miliardi di euro complessivi di insoluti e più di 40 miliardi di rate scadute. I dati di questi anni di crisi sono oggettivamente impietosi e se da un lato denunciano senza dubbio il disagio economico di tanti cittadini e tante famiglie, dall’altro innegabilmente rappresentano un grande problema per le aziende di servizi, per le utilities, per gli erogatori di servizi finanziari, che non possono essere considerati dei nemici, ma che oltre che dare un servizio essenziale al mercato ed ai cittadini stessi, creano anche sviluppo e posti di lavoro”, ha detto Antonio Persici, presidente di OIC, “Siamo partiti da qui, dal necessario dialogo che occorreva costruire tra consumatori, aziende creditrici e società che le affiancano per il recupero dei crediti. Un dialogo virtuoso, perché solo da una reale e leale collaborazione tutti gli attori possono trarre effettivo vantaggio: i consumatori hanno diritto a non essere vessati e se in difficoltà ad avere strumenti di agevolazione, le aziende hanno diritto ai propri crediti e le società di recupero crediti a poter operare serenamente e nel rispetto della legge. Per questo i corpi sociali intermedi possono fare molto e si sono dati un codice di autodisciplina. Questo convegno però non serve solo a presentarne i già importanti risultati, ma anche ad aprire un confronto attivo con le istituzioni, per una riforma del settore necessaria e condivisa.”.

Parteciperanno: Antonio Persici, presidente OIC, On. Alessia Morani (PD, Commissione Giustizia), On. Ignazio Abrignani (Gruppo Misto, commissione attività pProduttive), On. Paolo Petrini (vicepresidente commissione Finanze), Enrico Maria Cotugno (AGCOM), Roberto Malaman (AEEGSI), Giacomo Carbonari (ANIA), Furio Truzzi e Antonietta Boselli (Assoutenti), Lucilla Asciano (Banca d’Italia), Ivano Giacomelli e Luigi Gabriele (Codici), Pino Bendandi (Lega del Consumatore), Gianluca Di Ascenzo (Codacons), Massimo Calosi (Estra Energie), Fabio Chiodi (Wind), Vittorio Masella (Acea), Carmen Durante (Fastweb), Luigi Bauco (Telecom Italia).

Lascia un commento

Top