Una riqualificazione industriale per rilanciare l’edilizia

La crisi e la mancata crescita del sistema Paese hanno avuto un riflesso immediato sul comparto edile e immobiliare, quello che più terreno ha perso negli ultimi 5 anni. Serve quindi un nuovo modello, basato sulle ristrutturazioni. Ne è convinta ReBuild, manifestazione che si terrà a Riva del Garda il 25 e 26 giugno. In questa edizione, i relatori parleranno di un processo determinante nel rilancio del mercato: l’industrializzazione della riqualificazione.

Una filiera ormai consolidatasi all’estero, tanto è vero che l’Inghilterra e la Germania, per raggiungere gli obiettivi che si sono dati al 2050, hanno programmi di retrofit che prevedono tassi superiori a una abitazione ristrutturata al minuto. E per riuscirci sono già stati sviluppati e testati approcci industriali capaci di abbattere costi e tempi della riqualificazione aumentando contemporaneamente i risultati prestazionali. Tecnologie e approcci capaci di far tornare i conti economici che oggi non stanno in piedi.

Nella due giorni trentina, gli esperti analizzeranno i migliori esempi italiani ed europei di approcci industriali su larga scala comprendendone la redditività, i rischi ed i fattori chiave di successo dal punto di vista tecnico e delle competenze; si spiegherà come si fa una riqualificazione radicale – deep retrofit – con casi concreti, numeri e progetti alla mano in modo da chiarire cosa cambia per ogni figura ed azienda coinvolta nel processo; si comprenderanno il ruolo e le modalità con cui i dati possono migliorare le prestazioni energetiche ed economiche di un portafoglio immobiliare.

Oltre alla due giorni teorica a Riva del Garda, quest’anno ReBuild vivrà di un secondo momento il 6 ottobre quando, presso l’UniCredit Pavilion a Milano, verranno presentati ad aziende, associazioni e istituzioni i risultati dell’edizione 2015.

Lascia un commento

Top