Le Pmi spingono l’export

pmi

Che le pmi siano la colonna portante del nostro sistema produttivo è cosa nota. Era meno scontato, però, che le piccole e medie imprese fossero determinanti anche nell’export.

Nel primo trimestre di quest’anno – si legge in un rapporto di Confartigianato – dal nostro Paese sono volati nel mondo prodotti per un valore di 25,8 miliardi (il 27,2% del totale dell’export manifatturiero), con un aumento del 4,1% rispetto allo stesso periodo del 2014 (+3,1% il risultato complessivo). E il peso delle pmi è stimato in 102,4 miliardi, pari al 6,2% del Pil.

“Le piccole imprese si confermano ambasciatrici dell’alta qualità made in Italy e componente fondamentale dell’economia italiana”, ha sottolineato il presidente di Confartigianato Giorgio Merletti. “Il sistema economico e produttivo italiano, ricco anche di micro e piccole imprese, è un modello adatto allo sviluppo che va sostenuto e accompagnato”.

E SE LA RUSSIA… – Analizzando i dati, risulta ottimo l’andamento dei prodotti alimentari (+5,9%), nonostante le sanzioni internazionali alla Russia abbiano causato una contrazione dell’export verso Mosca del 34,6%. Bene anche i settori dei mobili (+5,6%) e dei prodotti in metallo (+4,3%).

Lascia un commento

Top