Qualcomm va viaggiare internet in auto

Dopo essere salita a bordo della Mercedes, la monoposto di F1 che ha dominato il mondiale 2014, Qualcomm Technologies, Inc. (QTI) ha integrato il proprio portfolio di soluzioni Snapdragon Automotive con i modem Qualcomm® Snapdragon™ X12 LTE (9×40) e Qualcomm® Snapdragon™ X5 LTE (9×28) al fine di supportare la connettività su tutti i livelli dell’industria automobilistica. Il modem Snapdragon X12 LTE (9×40) è progettato per rendere le case automobilistiche in grado di sviluppare sistemi di nuova generazione con funzionalità avanzate di telematica e infotainment connesso e, allo stesso tempo, supportare una maggior copertura a velocità di download, raggiungendo anche CAT10 (fino a 450 Mbps in download e 100 Mbps in uplink). Il modem Snapdragon™ X5 LTE (9×28) è progettato per permettere ai produttori di auto di estendere l’implementazione della tecnologia LTE in tutte le auto a velocità di download fino alla Categoria 4 (fino a 150 Mbps in download e 50 Mbps in uplink).

“Con la connettività smartphone che stabilisce il passo delle innovazioni tecnologiche, i consumatori si aspettano di poter usufruire della medesima esperienza utente da tutti gli altri dispositivi connessi, inclusa la loro auto”, afferma Kanwalinder Singh, senior vice president of business development di Qualcomm Technologies, Inc. “Qualcomm Technologies supporta già le auto connesse delle principali case automobilistiche con LTE di prima generazione. Stiamo ora procedendo su questa strada con l’ambizione di estendere la connettività LTE a tutte le case automobilistiche, i modelli di auto e le zone geografiche grazie alle prestazioni di X12 e al valore pioneristico di X5”.

“L’effetto dell’LTE sulla telematica e sul’infotainment connessi all’interno dell’auto è di portata rivoluzionaria e compete con il passaggio avvenuto nel mobile dai telefoni cellulari agli smartphone”, aggiunge Singh. “La connettività onnipresente a bordo permette a settori quali l’industria automobilistica, gli operatori wireless e il settore assicurativo di unire le forze per dischiudere una nuova offerta ai consumatori. Le auto di domani, inoltre, non si limiteranno a informare e intrattenere il consumatore, ma comunicheranno con il loro ambiente in modo da rendere la guida più sicura, obiettivo raggiunto attraverso l’integrazione a livello di sistema tra i sottosistemi di infotainment, telematica e connettività del veicolo. I modem X12 e X5 sono progettati con questa integrazione come requisito e questo ci permette di perseguire l’ambizione di equipaggiare tutte le auto con queste funzionalità”.

Lascia un commento

Top