Con Netcomm la Cosmetica italiana diventa digitale

Mentre è in corso il Cosmoprof di Bologna, la cosmetica italiana sigla un’altra importante partnership. E’ stato siglato infatti un protocollo tra il Consorzio Netcomm e Cosmetica Italia, con l’obiettivo di sviluppare adeguate forme di collaborazione finalizzate alla crescita professionale del settore per favorire la diffusione della cultura digitale nelle imprese.

Con questo obiettivo nasce il protocollo d’intesa, siglato tra il Consorzio Netcomm e Cosmetica Italia, l’Associazione nazionale imprese cosmetiche, aderente a Confindustria. Uno strumento di collaborazione che si articolerà in alcune iniziative congiunte, fra cui: la progettazione a cura di Netcomm di un percorso di formazione e aggiornamento professionale per lo sviluppo e l’utilizzo dei canali digitali (c/o la sede Cosmetica Italia); la possibilità di partecipazione per gli associati di Cosmetica Italia a eventi, workshop, seminari realizzati da Netcomm; la condivisione dei dati dell’Osservatorio Net Retail Netcomm con il Centro Studi Cosmetica Italia, con un eventuale approfondimento di ricerca ad hoc per Cosmetica Italia; il “Sigillo Netcomm” per gli associati di Cosmetica Italia, secondo quote agevolate; il supporto allo sviluppo internazionale del business dei soci Cosmetica Italia, mediante la progettazione a cura di Netcomm di piattaforme e strategie digitali.

I DATI – grafico cosmeticL’e-commerce, infatti, continua a correre: il fatturato complessivo è cresciuto del 20% all’anno e ora è stimato in oltre i 13 miliardi di euro. I consumatori e le imprese si sono resi conto delle grandi opportunità offerte dal digitale in un momento in cui la crisi sta mettendo a dura prova i modelli di business e di vendita tradizionali. Lo certificano i dati che Netcomm rileva con HumanHighway, nel corso dell’anno nell’indagine NET RETAIL e che conduce in collaborazione con Banzai, Postecom e QVC. La cosmesi, tra i settori analizzati, è al secondo posto, dopo quello degli ebook.

“Il protocollo che abbiamo siglato con Cosmetica Italia è di grande importanza per quanti operano in questo specifico ambito”, ha commentato Roberto Liscia, presidente di Netcomm. “Costituisce un passo importante di relazione diretta con un settore che ha interessanti prospettive online. Come Consorzio, sentiamo di dover raddoppiare l’impegno verso le imprese, mettendo a loro disposizione le competenze e le iniziative che abbiamo consolidato negli anni per favorire la diffusione della cultura digitale nelle aziende del nostro Paese. Ma anche di sostenerne l’evoluzione in mercati esteri di grande attrazione e crescita come la Cina, verso cui come Netcomm organizziamo periodiche missioni e facilitiamo la presenza presso fiere dedicate alla cosmetica (prossima missione dal 16 al 25 maggio con partecipazione alla “CrossBorder E-commerce Conference di Shanghai”). Inoltre, nelle nostre attività siamo sempre al fianco del mondo delle imprese nel loro dialogo con i consumatori, che quotidianamente scelgono di acquistare online. Non a caso nel Protocollo d’Intesa rientra anche la possibilità per gli associati a Cosmetica Italia di dotarsi del “Sigillo Netcomm”, un vero e proprio bollino di qualità e i siti che lo espongono, dopo un iter di verifica, si impegnano ad offrire un servizio facile, conveniente, trasparente e sicuro “.

“La necessità di costruire basi di confronto e rilevazione sul tema dell’e-commerce è da tempo sentita da parte dell’industria cosmetica”, fa sapere Fabio Rossello, presidente di Cosmetica Italia. “Il Centro Studi di Cosmetica Italia ha infatti già avviato una serie di analisi sull’economia digitale rilevando l’importanza dell’e-commerce non solo come canale di vendita, ma anche come strumento di ottimizzazione delle attività che le imprese dedicheranno alla omnicanalità nel retail. Siamo inoltre orgogliosi di far parte di questa esperienza innovativa che ci vede impegnati in prima linea in un ambito che avrà sempre maggiore sviluppo”.

Lascia un commento

Top