Sbocciato il programma di Giardinity

Giardinity

I semi della nuova edizione di Giardinity, in programma a Padova il 24 e 25 ottobre, stanno dando i loro primi frutti. E’ stato infatti perfezionato il programma di massima della rassegna veneta, che si terrà a Villa Pisani, ora Bolognesi Scalabrin, a Vescovana.

Vivai Produttori Specializzati – A Padova si raduneranno i rappresentati di spicco del vivaismo italiano, e non solo: grandi o piccoli che siano son tutti esperti che trasmettono al pubblico la loro competenza e offrono collezioni di piante particolari, spesso rare, coltivate in maniera naturale – quindi attecchiscono meglio – e di grande qualità.
Tra gli stranieri spicca il nome dell’ibridatore polacco Piotr Kleszczynsky, che produce gli Streptocarpus più belli al mondo (piccole piante dalle corolle multicolori, fiorite in autunno e inverno, perfette per la casa), presentati per la prima volta in Italia e in esclusiva a Giardinity.
Ci sarà un’abbondanza di piante da giardino a fioritura autunnale e invernale, spesso profumatissima come Sarcococche e Daphne, e ricercate cultivar di Camellia sasanqua. E poi magnolie, melette ornamentali, fucsie da giardino, alberi e arbusti in mille varietà inaspettate, e altrettante perenni, crisantemi rustici e graminacee a bassa manutenzione e centinaia di varietà differenti di peperoncino.

Artigianato, design e arredamento da giardino – Dalle vecchie panche di Arras d’inizio novecento alle pergole bioclimatiche, Giardinity ospita produttori e rivenditori selezionati che spaziano dall’antiquariato alle linee più moderne del design contemporaneo nel campo dell’arredamento e complementi d’arredo, per offrire la soluzione giusta ad ogni necessità e stile di giardinaggio. Immancabili anche gli stand dell’artigianato di qualità, con ceste fatte a mano, ceramica e realizzazioni floreali.

Non mancheranno nemmeno gli incontri con esperti e le dimostrazioni. Vi saranno due mostre: Frutta d’Arte, una mostra fotografica sulle varietà di frutta nella pittura rinascimentale, a cura della Fondazione Archeologia Arborea ONLUS; e una che festeggia i cinquant’anni della società italiana della camelia. Tra le conversazioni tenute nel teatro della villa vi sarà Kees den Biesen con i giardini interiori della Divina commedia, e Camilla Zanarotti sulla vita segreta e importanza dei giardini storici. Poi visite guidate dalla proprietaria al parco e al giardino, corsi di cucina con i fiori, e molto ancora.

Lascia un commento

Top