Ecco il progetto di legge integrale dei balneari

balneari

“Abbiamo dato seguito al voto dei balneari in assemblea nazionale a Rimini. Abbiamo inviato alle Regioni costiere il Progetto di Legge sul legittimo affidamento e sul doppio binario per la tutela delle attuali imprese balneari italiane. Adesso con le iniziative sindacali promuoviamo nelle Giunte e nei Consigli regionali il progetto votato dai balneari”.

Con queste le parole di Cristiano Tomei, coordinatore Nazionale Cna Balneatori chiarisce lo stato dell’arte della questione balneare in attesa della riunione convocata per oggi lunedì 26 ottobre alle 16 nella sede della Regione Liguria per fare il punto sulla Bolkestein dopo la sentenza della Corte di Giustizia Europea che ha espresso parere contrario alle proroghe e in attesa di una legge del governo in grado di contrastare la direttiva e fare chiarezza sul rinnovo delle concessioni.

“Fino ad oggi come Liguria, anche in qualità di coordinatori nazionali, ci siamo mossi”, ha spiegato  l’assessore regionale al demanio, Marco Scajola,“cercando di lavorare insieme alle altre Regioni per spingere il governo ad assumere una posizione chiara, sollecitando una riforma del comparto balneare-marittimo forte, condivisa e in grado di assicurare certezze alle imprese con una proroga di 30 anni alle attuali concessioni. La riunione di lunedì del tavolo tecnico serve a dare continuità al percorso intrapreso dalla Regione con le associazioni di categoria dei balneari liguri per una legge regionale condivisa e che rappresenti un riconoscimento e un garanzia per i lavoratori del settore che vedono messa a rischio la propria storia e la propria professionalità”.

Leggi qui il progetto di legge

Lascia un commento

Top