Banca Euromobiliare puntella la sua rete a Roma, Torino e Udine

private banker

Banca Euromobiliare, società del Gruppo Credem specializzata nella gestione dei grandi patrimoni, guidata dal direttore generale Giuseppe Rovani con Francesco Ferrarini responsabile del private banking, ha reclutato sette private banker a Torino, Roma e Udine. L’obiettivo è proseguire nella strategia di sviluppo sulle piazze ad elevato potenziale di crescita per la clientela private.

A Torino sono entrati Bruno Gachet, Gabriele Rosani e Matteo Bianchi; a Roma Cristina Mannoni; ad Udine Tiziana Pagotto, Tiziana Selenscig e Flavio Seccardi.

Bruno Gachet ha una ventennale esperienza nel settore del private banking maturata in Prime Consult Sim e successivamente in Banca Monte dei Paschi di Siena in cui ha operato nella sede di Montecarlo, in quella di Torino e nella filiale di Banca Cesare Ponti del capoluogo piemontese. Gabriele Rosani entra in Banca Monte dei Paschi di Siena nel 1992 occupandosi di privati e imprese e successivamente di clienti private come responsabile dei centri private di Torino e di Alba (CN). Successivamente entra in Banca Cesare Ponti a Torino come private banker e responsabile dello sviluppo per il Piemonte e la Valle d’Aosta. Matteo Bianchi si occupa dal 2001 prima di clientela small business e successivamente private in Banca Monte dei Paschi di Siena per passare poi in Banca Cesare Ponti a Torino come private banker. Cristina Mannoni entra nel 1995 in Banca Sella a Roma, l’anno seguente passa a Deutsche Bank per poi entrare in Banca Nazionale dell’Agricoltura e successivamente in Credit Suisse dapprima come direttore di filiale ed in seguito come private banker. Tiziana Pagotto vanta oltre 20 anni di esperienza maturata in Banca Popolare Udinese e in Banca Popolare di Vicenza come gestore clientela, responsabile titoli e infine private banker. Tiziana Selenscig inizia il proprio percorso professionale nel 1987 in Banca Popolare Udinese, oggi Banca Popolare di Vicenza, creando un network di relazioni di elevato standing sulla piazza di Udine. Flavio Seccardi entra nel 1977 in BNL come specialista di prodotto per passare poi, sempre in BNL, alla divisione private banking per Udine e Pordenone e successivamente nel private banking di Banca Aletti.

Lascia un commento

Top