Prink a due anni dal lancio fa il punto sugli Ecobox

Contenitore EcoboxEra stata una bella scelta quella adottata da Prink, l’azienda della distribuzione di consumabili per stampanti, nel 2012 con l’introduzione di Ecobox, un servizio per garantire il corretto smaltimento di cartucce e toner esauriti. Una scelta che a due anni di distanza inizia a dare i primi veri risultati sia in termini quantitativi sia in termini di awareness. I pratici contenitori di raccolta delle cartucce e toner esausti derivanti dall’utilizzo di stampanti per ufficio, sono realizzati in cartone rigido, dotati di sacco interno e di coperchio basculante, limitano la dispersione di polveri nocive e sono distribuiti gratuitamente a tutti i clienti Prink.“Il nostro gruppo ha fatto del rispetto della legislazione ambientale un vero e proprio caposaldo”, dice Leonardo Rivola, amministratore delegato di Prink. “A partire dal 2012, anno in cui è stato introdotto il servizio Ecobox, sono stati 2.000 i clienti coinvolti con all’incirca 3.000 Ecobox distribuiti”. Grazie ad un accordo con Ambienta SRL, azienda partner specializzata nella gestione dei rifiuti speciali, i clienti Prink possono beneficiare della fornitura e del ritiro periodico degli Ecobox – direttamente presso i propri uffici o in azienda – in maniera gratuita, oltre a ottenere la documentazione che dimostra il corretto smaltimento dei rifiuti –  http://goo.gl/xWK1iW. “Dall’installazione alla programmazione del ritiro, i clienti sono costantemente seguiti. La filosofia aziendale verte non solo sulla qualità del prodotto ma anche sul suo corretto smaltimento, offrendo così un servizio efficiente, professionale e amico dell’ambiente”, conclude Rivola.

Lascia un commento

Top