PowaTag sblocca i consumi grazie alla tecnologia

“I rivenditori hanno disperatamente bisogno di utilizzare soluzioni radicali per invertire il momento negativo a cui stiamo assistendo nei consumi e negli acquisti negli ultimi anni”, aveva detto Dan Wagner, fondatore e ceo di Powa Technologies, (nella foto) illustrando alcuni mesi fa i vantaggi della tecnologia Beacons Bluetooth fare acquisti utilizzando gli smartphone senza consumare eccessivamente la loro batteria.  “La nuova  tecnologia bluetooth”, aveva proseguito Wagner, “aiuterà i commercianti ad aumentare le loro vendite attraverso, la comprensione del comportamento dei consumatori e rispondendo alle loro richieste. Sei mesi dopo Wagner presenta a tutte le aziende, anche alle piccole e media imprese, l’app di instant shopping PowaTag che permette di accedere ai servizi di online e mobile commerce, offrendo loro una piattaforma a zero costi di implementazione. Si tratta di un app che la startup inglese ha lanciato in Italia, grazie a una partnership con il brand di moda Motivi (vedi box sotto).

PowaTag permette ai consumatori di portare a termini acquisti dallo smartphone in qualsiasi momento e ovunque si trovino con due semplici click. L’app è dotata di una varietà di triggers tra cui QrCode, AudioTag, NFC e Beacon Bluetooth, per permettere ai consumatori un alto livello di libertà di acquisto. Un prodotto che deve fare i conti con un dato non molto edificante: solo il 34% delle Pmi italiane è dotata di un proprio sito Internet e solo il 13% lo utilizza per vendere online. Se infatti le grandi aziende possono investire ingenti capitali per sviluppare le nuove strategie multicanale, altrettanto non si può ancora dire delle Pmi, che devono prendere grossi rischi per investire in un settore visto ancora con troppa diffidenza. Tutto questo in un contesto comunque positivo visto che le vendite online sono le uniche a battere la crisi dei consumi, con il valore dei prodotti e servizi acquistati da siti operanti in Italia che ha messo a segno nel 2013 un +17% rispetto all’anno precedente, raggiungendo quota 13,3 miliardi di euro.

“Le Pmi devono affrontare le stesse sfide delle grandi imprese”, ha dichiarato il ceo di Powa Technologies. ”I consumatori desiderano acquistare in maggior libertà e le aziende devono andare incontro a queste esigenze, offendo loro servizi multicanale di qualità, come il mobile commerce e reapide consegne a domicilio”.
“La difficoltà ad accedere ai finanziamenti rende molto complicato per le Pmi dotarsi di quegli strumenti necessari per sopravvivere in uno scenario economico sempre più competitivo e globalizzato”, prosegue Wagner. “Allo stesso tempo, le grandi compagnie devono fare i conti con una situazione finanziaria sconfortante, quando si tratta di chiedere fondi per investire nelle nuove tecnologie”. E qui Powa cala il suo asso nella manica. Infatti la promessa di PowaTag  –  https://www.youtube.com/watch?v=or0L7UnaP6g – è quella di integrare i sistemi di vendita offline e online, chiedendo ai brand che aderiscono una tariffa di 30 centesimi oppure, dello 0,1% per ogni transazione, senza il bisogno di dover installare ulteriori tecnologie o dispositivi elettronici. Oltre 800 marchi di tutto il mondo, tra cui Universal Music e Carrefour hanno sottoscritto finora un accordo con la start up inglese nata

“Dato il crescente numero di consumatori che utilizzano il canale dell’eCommerce”, conclude Wagner, ” PowaTag rappresenta una opportunità per le aziende di tutte le dimensioni per raggiungere nuovi clienti e crescere più in fretta. Introducendo un nuovo canale di vendita, ma mantenendo bassi costi di implementazione la nostra app aiuterà i retailer ad aumentare i profitti senza prendere rischi”.

Box. Un motivo in più per avere successo

Il brand del Gruppo Miroglio, player internazionale nel fast fashion con 450 negozi monomarca in 33 paesi e 300 città, porta in Italia la tecnologia PowaTag, l’app  per il commercio elettronico che consentirà ai consumatori di concludere i propri acquisti tramite smartphone direttamente in negozio, sulle piattaforme online, attraverso le pubblicità su giornali, radio e tv e qualsiasi forma di materiale stampato. Motivi è il primo brand italiano a sposare la filosofia dello “smart shop” introdotta da PowaTag, attraverso la quale qualsiasi oggetto dotato di QrCode si trasforma in un negozio virtuale, consentendo di effettuare un acquisto in ogni istante e in qualsiasi momento. Dopo aver scaricato l’app e aver effettuato la registrazione in appena un minuto, gli acquisti possono essere completati in pochi secondi, con consegna a domicilio entro 48 ore lavorative. “Il concetto di fast shopping si sposa perfettamente con  la filosofia del  nostro brand. Siamo i primi in Italia ad adottare PowaTag, grazie alla quale stiamo velocizzando e semplificando il processo di acquisto”, ha dichiarato Giuseppe Miroglio, presidente dell’omonimo gruppo durante la presentazione dell’accordo.

Chi è Powa Technologies
La startup inglese – che ha ottenuto un finanziamento record di 96,7 milioni di dollari per lo sviluppo di PowaTag – ha sede a Londra e uffici in oltre 18 città nel mondo tra cui Milano, New York, Città del Messico, Madrid, Parigi e Pechino. Specializzata nella realizzazione di soluzioni innovative per l’e-commerce, grazie a un management con esperienza quindicennale nel settore, propone soluzioni che mettono in contatto produttori e consumatori garantendo ai primi la possibilità di rispondere alla domanda di multicanalità dei secondi i quali, a loro volta, potranno così effettuare i propri acquisti al miglior prezzo di mercato.

Lascia un commento

Top