Pmi: il Fondo Garanzia ci mette 500 milioni di finanziamenti per l’innovazione

businessman hand writing innovation

Pmi: ci sono novità riguardanti il Fondo Garanzia che finanzia le Pmi con una cifra superiore ai 500 milioni di euro per progetti di ricerca e innovazione. La misura prevista dalla legge di Stabilità 2014 permetterà l’attivazione di finanziamenti concessi dalla Banca europea degli investimenti (BEI) direttamente o attraverso istituti di credito e intermediari finanziari.

E’ la legge di Stabilità 2014 a previsto l’istituzione, nell’ambito del Fondo, di una sezione speciale per la concessione di garanzie a copertura delle prime perdite su portafogli di finanziamenti concessi dalla BEI, direttamente o attraverso banche e intermediari finanziari. I prestiti sono finalizzati a sostenere la realizzazione di grandi progetti per la ricerca e l’innovazione industriale proposti da imprese di qualunque dimensione, ma con particolare attenzione per le Pmi e le reti di imprese.

QUALI SONO I PROGETTI AMMESSI AL FONDO

Le modalità di attuazione della misura sono state definite con il decreto del MISE del 6 novembre 2015, pubblicato il 19 gennaio 2016 in GU, che ha chiarito meglio la gamma degli investimenti finanziabili: progetti di ricerca, sviluppo e innovazione finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti; progetti caratterizzati da un elevato contenuto innovativo e/o tecnologico, finalizzati alla industrializzazione di prodotti, servizi o processi; altri progetti che BEI consideri ammissibili e finanziabili a titolo di innovazione sulla base delle proprie linee di valutazione.

Il valore di singoli progetti non può essere inferiore a 15 milioni di euro nel caso dei finanziamenti diretti BEI, mentre deve essere compreso tra 500 mila euro e 25 milioni di euro nel caso dei finanziamenti dipendenti, cioè erogati dalle banche e altri intermediari. In base a quanto stabilito dal decreto, i finanziamenti possono coprire fino al 50% del costo del progetto, ma possono salire al 100% nel caso dei finanziamenti dipendenti a favore di Pmi e Midcap che non superino il tetto di 12,5 milioni. La copertura massima del Fondo è del  20%, fino a un importo di 100 milioni di euro.

CHI VALUTA I PROGETTI

Sarà la Banca europea degli investimenti (BEI) a valutare le richieste per l’accesso ai finanziamenti, sia diretti che intermediati, e gestisce le richieste di ammissione alla garanzia e tutti i successivi adempimenti nei confronti del Fondo. I soggetti interessati possono ottenere informazioni sulle modalità di accesso ai finanziamenti rivolgendosi direttamente all’infodesk della BEI

Lascia un commento

Top