Perchè le imprese familiari ‘tengono’ di più?

Le aziende familiari sono un grande patrimonio per l’economia mondiale rappresentando mediamente il 70% del numero totale delle imprese. L’Italia non fa eccezione: su un totale di circa 6.800 imprese con fatturato superiore ai 50 milioni di euro, le imprese familiari sono quasi 4.000. In questi anni di crisi le imprese familiari stanno dando prova di maggiore tenuta rispetto alle altre tipologie di imprese. Le migliori performance sono misurabili sia a livello di incremento del fatturato, che di redditività e indebitamento. Un risultato non solo italiano ma riscontrabile in molti altri paesi. I motivi di fondo sono riconducibili ad un forte orientamento alla continuità, alla capacità di attuare strategie non convenzionali, alla solida base valoriale e culturale e a una forte capacità di adattamento al contesto. Il tema della Governance delle imprese familiari, ovvero come un CdA efficace possa rappresentare un vantaggio competitivo per queste aziende, ma anche i nuovi criteri di funzionamento che richiedono competenze integrate, e la successione (come prepararla e governarla), rappresentano temi di attualità per il nostro sistema economico.

Uno strumento di conoscenza e confronto su questi argomenti sarà il Business Forum «Governance successes and failures around the world» che si terrà l’8 novembre 2012 a Palazzo Clerici a Milano (ore 17.00), un incontro voluto da GEA – società di consulenza di direzione dal 1965 al fianco della realtà imprenditoriale italiana e che sin dalle sue origini si è focalizzata sulle aziende familiari – e la Business School IMD. Il forum sarà l’occasione per approfondire, attraverso le voci di esponenti del mondo accademico e della consulenza e l’esperienza di imprenditori italiani, temi particolarmente caldi e di interesse per l’industria del nostro Paese.

Oltre agli interventi accademici dell’executive director di IMD, Hirscham El-Agamy, e del responsabile della cattedra di Finance e Gorvernance dell’IMD, Didier Cossin, relativi alla “new wave della governance” e agli esempi di successo e insuccesso registrati nelle aziende a livello mondiale, un tema focale del convegno sarà la governance delle imprese familiari italiane, raccontata anche attraverso la voce dei protagonisti. Nell’ambito del forum, sarà presentata da Gianpaolo Fascina di GEA una relazione sulla situazione delle imprese familiari italiane e grande rilievo avrà il dibattito introdotto e moderato da Luigi Consiglio, presidente di GEA, che vedrà il confronto con le esperienze di Alberto Bauli, presidente di Bauli; Attilio Bindi, consigliere delegato di Bindi; Andrea Merloni, presidente di Indesit Company; Carlo Pizzocaro, amministratore delegato P&R Holding e Mario Preve, presidente di Riso Gallo.

Lascia un commento

Top