Domani al via Smart Energy Expo
e Verona Efficiency Summit

Cosa sono disposti a fare gli Italiani per risparmiare sulla bolletta? Sei su dieci sono pronti a investire fino a 100 euro all’anno per interventi di efficienza energetica nelle proprie case, e tre su dieci alzano il budget a 500 euro. Ma il 54% di loro ignora l’esistenza dei bonus fiscali previsti.È solo un’anteprima del sondaggio Gli italiani e l’efficienza energetica, presentato domani a Veronafiere all’apertura della seconda edizione di Smart Energy Expo, manifestazione internazionale dedicata a soluzioni, prodotti e tecnologie per l’efficienza energetica, in programma fino a venerdì 10 ottobre – www.smartnenergyexpo.net . Un settore che conta nel Paese 250 mila aziende e che da qui al 2020 potrebbe generare un +0,4% di Pil e 500 mila nuovi posti di lavoro. Nella giornata inaugurale di Smart Energy Expo, l’appuntamento più importante è il Verona Efficiency Summit: a partire dalle 10.30, nell’auditorium Verdi del Centrocongressi dove andrà in scena il forum Efficienza energetica make in Italy  con operatori del settore, decision maker e attori istituzionali che si confronteranno sulle politiche energetiche globali e sul cambiamento climatico.

Ospite d’onore del summit, Maria van der Hoeven, direttore esecutivo dell’Agenzia internazionale dell’energia (IeaInternational energy agency), intervenuta per illustrare i dati del nuovo Energy efficiency market report che fotografa il mercato mondiale dell’efficienza energetica: una “centrale elettrica invisibile” che vale 310 miliardi di dollari l’anno e che in un decennio ha permesso di ridurre i consumi totali del 5%.
Al tavolo dei relatori, anche Li Yong, direttore generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo industriale (Unido), Claudia Canevari, vicedirettore dell’unita per l’Efficienza energetica della Commissione europea e Francesco Amoruso, presidente dell’Assemblea parlamentare del Mediterraneo. Nel pomeriggio il giornalista Fabrizio Masia, direttore dell’agenzia Emg-Acqua presenta il sondaggio Gli italiani e l’efficienza energetica, commissionato da Veronafiere.
Il dibattito sulle sfide energetiche nazionali continua con Enrico Morando, viceministro dell’Economia e delle Finanze, Massimo Mucchetti e Gianni Pietro Girotto, rispettivamente presidente e componente della Commissione Industria del Senato, e Stefano Saglia, responsabile Pmi per il Nuovo Centrodestra.
Chiude il summit una tavola rotonda su innovazione, ricerca e regolamentazione con Tullio Fanelli, dirigente di Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico, e Guido Bortoni, presidente dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e i servizi idrici.
Giovedì 9 ottobre è attesa la visita di Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente che, insieme a Vinicio Peluffo, membro della Commissione Attività produttive della Camera dei Deputati, prende parte agli Stati Generali dell’efficienza energetica (ore 10, auditorium Verdi) con i risultati di una consultazione pubblica online articolata su cinque aspetti strategici: semplificazione, finanziabilità, dinamiche domanda/offerta, comunicazione e formazione; l’iniziativa è promossa da Enea-Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.
Sempre il 9 ottobre, Silvia Velo, sottosegretario al ministero dell’Ambiente, partecipa al convegno Orange Book: Efficienza energetica, le opportunità per le utilities, alle 14.30 in sala Puccini.
Smart Energy Expo 2014 vede il potenziamento del programma scientifico, arricchito con 11 nuovi convegni e forum scientifici, insieme a lecture a cura di Enea ed Rse-Ricerca sul sistema energetico, seminari e workshop aziendali. Questa seconda edizione della fiera porta a Verona oltre 100 imprese che rappresentano in modo trasversale tutta la filiera legata all’utilizzo razionale dell’energia nella pubblica amministrazione, in edilizia, agricoltura, industria, terziario e trasporti. Tra gli espositori, molti quelli al debutto, come Repower, Bnl-Gruppo Bnp Paribas, Fronius, Herz, Domotecnica, Coordinamento Free, Ebm Papst e Wiessmann.

Lascia un commento

Top