Pagamenti contectless in crescita del 360% con i servizi Mastercard

contactless

In Italia le transazioni contactless crescono del 360% e Mastercard dal suo osservatorio privilegiato conferma il ruolo determinante nel favorire l’accettazione di questo modo di  pagamento.

L’Italia nel settore dei pagamenti e nell’adozione della tecnologia contactles occupa certamente una delle prime posizioni. Le transazioni contactless hanno registrato una crescita del 360% nella prima metà dell’anno. Inoltre, in Mastercard ha raggiunto il traguardo di 25 milioni di carte contactless, confermando l’impegno per favorire l’accettazione dei pagamenti contactless su larga scala, grazie a partnership con retailer e istituti bancari, in qualità di issuer ed acquirer. “Il significativo aumento registrato è il segno che questa tecnologia sta diventando sempre di più uno standard di mercato. Questo è per noi un traguardo importante, frutto del costante lavoro per fornire ai consumatori soluzioni e tecnologie innovative, che rispecchino il loro bisogno di fare acquisti in modo semplice, veloce e sicuro”, dice Paolo Battiston, division president Italy & Greece di MasterCard.
Negli ultimi cinque anni Mastercard ha contribuito all’adozione di POS di nuova generazione e a far crescere la rete di accettazione contactless in Italia: nell’ultimo anno i POS contactless sono cresciuti del 225%. Brand delle categorie merceologiche più importanti per il mercato italiano hanno deciso di investire in innovazione accettando pagamenti con carte Mastercard contactless e recentemente anche i piccoli e medi esercenti stanno seguendo il loro esempio. Grazie alla collaborazione fra Mastercard e le sue banche partner, oggi il 50% della rete dei piccoli e medi esercenti italiani hanno già abilitato POS di ultima generazione e rappresentano il 67% del totale pagamenti contactless in Italia.

GRANDE RISTORAZIONE, GDO E STADI, TRA I SETTORI PIU’ CONTACTLESS

“Nell’ultimo anno abbiamo puntato a rendere accessibili i pagamenti contactless a nuove categorie merceologiche, lavorando alla diffusione di questa tecnologia presso i piccoli e medi esercenti. La rapida crescita dei pagamenti che abbiamo registrato anche presso questa categoria è la prova che la tecnologia contactless oggi è sempre di più uno standard affermato”. Le categorie di esercenti che guidano la diffusione del contactless in Italia sono il settore della grande distribuzione e della grande ristorazione, dove, secondo i dati Mastercard, il 35% delle transazioni con carte Mastercard è avvenuto in modalità contacless. Al secondo posto, il settore dell’abbigliamento (19%), seguito da piccoli ristoranti e bar (12%). Negli ultimi anni, il contactless ha raggiunto anche il sistema di trasporti pubblici cittadini e le cooperative e compagnie di taxi, soprattutto nelle grandi città, come Roma e Milano. Tra le ultime attività promosse da Mastercard a favore del contactless, infine, l’iniziativa realizzata in occasione della Finale di UEFA Champions League a Milano: per la prima volta è stato possibile pagare in modalità contactless, in tutti i punti vendita dello Stadio Meazza. Molti esercenti italiani sono stati coinvolti nel processo di sostituzione dei vecchi terminali POS e tanti ancora lo saranno in futuro: secondo le specifiche di circuito previste da Mastercard, l’installazione dei POS contactless di nuova generazione è prevista non solo per le nuove installazioni, ma anche per i vecchi POS che saranno progressivamente sostituiti.
Il circuito Mastercard consente transazioni contactless sia per carte Mastercard sia per carte Maestro, presso i punti vendita abilitati, per qualsiasi importo, senza firma o pin per importi inferiori ai 25 euro.

 

Lascia un commento

Top