Packlink pubblica una approfondita analisi sull’e-commerce

Secondo Packlink l’intelligenza artificiale, analisi dei dati, consegne rapide, mobilità e pagamenti elettronici sono le parole chiave che i business online non potranno ignorare nei prossimi 12 mesi.

L’e-commerce è un fattore non più trascurabile per aziende e retailer nella definizione della loro strategia di business. Nel 2015 questo segmento in Italia ha registrato una crescita che è più che raddoppiata sull’anno precedente, arrivando a una quota di mercato del 19%, per un fatturato complessivo di quasi 29 miliardi di euro. Packlink, sito web per la comparazione e l’acquisto online di servizi di spedizione nazionali e internazionali, ha fatto il punto sullo stato dell’arte del mercato e sulle sue prospettive future delineando i 7 principali trend che caratterizzeranno l’e-commerce nel corso del 2017.

La carica dei BOT – le chat automatizzate si stanno progressivamente affermando in diversi settori, rivoluzionando le modalità di interazione tra brand e clienti. App come Facebook e Kik hanno reso questo processo ancora più facile e gestibile per i retailer che stanno massivamente implementando queste tecnologie. Il 2017 promette di essere l’anno in cui i BOT troveranno piena applicazione nei siti di e-commerce per una veloce e pronta risposta al consumatore.

Intelligenza Artificiale – Siri, Alexa, Cortana, Google Assistant sono ormai entrati nell’uso quotidiano di milioni di persone. Il 2017 vedrà l’impiego di questi servizi vocali per la ricerca e acquisto di beni all’interno di siti di e-commerce e, per essere competitivi, questi ultimi dovranno essere ottimizzati per il commercio conversazionale.

Mobile first – la mobilità è la parola d’ordine del vivere moderno. Tutto si svolge tramite un dispositivo connesso, che sia uno smartphone, un tablet, uno smartwatch o un PC portatile. Questa tendenza ha subito un’ulteriore accelerazione e non è destinata ad interrompersi per cui i business online non potranno più prescindere da questo canale, anzi dovranno dare la priorità al mobile nel design, nell’esperienza utente e nella definizione delle strategie di marketing.

Il tempo è denaro – la velocità delle consegne è un fattore decisivo per il commercio elettronico ed è questo uno dei principali campi in cui si disputerà la partita. L’aspettativa per il 2017 è che le consegne in giornata diventino la norma per i siti di e-commerce di tutto il mondo e chi non si è ancora allineato dovrà farlo a ritmi sostenuti. Una gestione intelligente ed efficiente delle spedizioni diventerà quindi un asset chiave per fare la differenza.

Pagamenti liquidi – i pagamenti con dispositivi mobili e personalizzabili saranno sempre più comuni e per il 2017 si stima che verranno effettuate vendite per 60 miliardi di dollari attraverso pagamenti mobili. Diventerà, quindi, un imperativo per i business online dotarsi di piattaforme tecnologiche per gestire anche questo tipo di transazioni al fine di rimanere competitivi.

Big Data – si parla da anni di dati ma, sempre più, l’analisi e l’utilizzo delle informazioni diventerà cruciale grazie anche all’apprendimento automatico e a strumenti di analisi predittiva ancora più precisi. Si prevede che a partire da quest’anno le operations saranno più che mai basate su analisi e statistiche e sulla profilazione dei consumatori e delle loro abitudini di consumo.

L’utente prima di tutto – l’esperienza d’acquisto si fa sempre più personalizzata grazie all’uso e allo studio sapiente dei dati. Poter offrire a un utente ciò che realmente cerca o potrebbe volere aumenta esponenzialmente il livello di fedeltà al brand e incrementa il tasso di conversione all’acquisto, migliorando al contempo la soddisfazione del cliente. Il 2017 vedrà sempre più prendere piede questa strada della personalizzazione e del clienteling, sia online ma anche negli store fisici.

Lascia un commento

Top