Orto-sharing

SAM_0374Il “commendatore”, “l’architetto” e il metalmeccanico si riuniscono in una tiepida e umida mattina di maggio, armati di legni dalle punte arrugginite, che ben presto brillano al sole, dopo aver conficcato le fatiche nella tenera terra, smossa prima dall’artiglio trainato dal “cavallo gommato” (aratro trainato dal trattore).

Bene se esiste il car-sharing o il file-sharig, perchè a Mezzomerico non debba esistere l’orto-sharing?

Eccolo qua, una piccola striscia di terra, metà di una “pertica” a nostra completa disposizione. Intravvediamo già cassette di verdura e siepi di aromatiche che coloreranno e profumeranno nei nostri piatti! Almeno crediamo. Campa cavallo che l’erba cresce. Dopo aver chiacchierato, in una domenica di aprile, con Fabio l’agricoltore di BioNovara, lui la terra la coltiva per davvero, mi sono incuriosito sulla metratura di una pertica agricola ed il suo affitto, da San Martino a San Martino, dal 11 novembre al 11 novembre, un anno solare insomma. Una cifra talmente esigua che non mi sembrava vero. Dovevo verificare, non poteva essere possibile che affittare una striscia di terra per soli 30 euro all’anno! Difficile anche da trovare… “Ancora meno”, mi dice un agricoltore qui a Mezzomerico, “per una pertica ce ne vogliono 20 al massimo, la in fondo dopo la rotonda a destra trovi una fila di alberi in mezzo al prato, se vuoi lavorarla è tutta tua la fatica”.

Tra il dire e il fare c’è di mezzo e il , dicono Elio e le storie tese ed è vero. Eccitato chiamo subito “l’architetto” incuriosito, poi il “commendatore ” impegnato in un lunghissimo viaggio nell’hinterland milanese: siamo tutti abili arruolati. In fondo al prato ci sono anche due cisterne per la raccolta dell’acqua piovana collegate alla buona, una specie di tettoia.

Contro la crisi che morde noi, ci rimbocchiamo le maniche con i nostri bambini che si sporcano le mani di allegria, mentre imparano l’antico mestiere che da più di ventimila anni sostiene l’uomo sulla terra. Ci dilettiamo in compagnia, si chiacchiera, mattinata ludico-creativa, orto-terapia, risparmiamo anche sull’attività in palestra da bodybuilding, il mio motto da sempre: faccio fatica a guadagnare i soldi devo fare fatica a spenderli? Pensiamo già ai rinfreschi estivi con una radio accesa, sfoggiando i tessuti molli che dovrebbero ricoprire i nostri addominali da uomo macho. Sono il mentore della situazione e dopo aver letto La rivoluzione del filo di paglia di Masanobu Fukuoka nessuno ci potrà fermare, lumache e volpi a due gambe permettendo.

Lascia un commento

Top