Feeding the world with solutions
Anche il Brasile parteciperà a Expo 2015

1480Sarà uno spazio espositivo superiore a 4.000 metri quadrati quello che occuperà il Brasile durante lo svolgimento di Expo 2015. Il Paese sudamericano ha firmato il contratto di partecipazione all’esposizione milanese e ha deciso di mettere in campo la propria esperienza nel settore agroalimentare per offrire ai visitatori dell’esposizione universale un’esperienza di qualità. Sarà, infatti, un approccio al tempo stesso tecnologico, culturale e sociale quello che il commissario generale del Brasile Mauricio Borges, presidente di Apex-Brasil, che ha sottoscritto il documento, svilupperà insieme al suo team per dare forma e contenuti al padiglione brasiliano.

layout-davos-1024x488Nel lotto di 4.133 metri quadrati a sua disposizione, il Brasile racconterà l’efficienza tecnologica su cui può contare l’agricoltura brasiliana e la capacità di mescolare prodotti stranieri e ingredienti locali in cucina. Si impegnerà, inoltre, a diffondere le conoscenze e il know how maturato in ambito di sviluppo sostenibile e consumi, sottolineando attraverso eventi, seminari, concerti, degustazioni e altre iniziative culturali e d’intrattenimento quanto il cibo sia una forma unica di integrazione sociale, politica, economica e scientifica. Obiettivi ben sintetizzati dal theme statement scelto: “Brasil: feeding the world with solutions” (Brasile: nutrire il mondo con soluzioni).

Due i criteri fondamentali che il Paese seguirà nella selezione del progetto per il proprio padiglione: innovazione, per proporre ai visitatori reali e virtuali un percorso tematico e sensoriale inedito, e sostenibilità, per quanto riguarda la costruzione della struttura e il suo integrarsi in maniera naturale con l’ambiente circostante.

Il Brasile, candidato ad ospitare a San Paolo l’Esposizione Universale del 2020, potrà dare anche un importante contributo allo sviluppo dei temi al centro dei cluster dedicati a “Frutta e Legumi”, “Caffè”, “Riso” e “Cacao”, essendo tra i principali produttori ed esportatori al mondo di questi alimenti.

“Expo Milano 2015″, sottolinea il commissario generale del padiglione del Brasile Mauricio Borges Mostreremo – sarà un’importante opportunità per il Brasile per rafforzare il suo ruolo di produttore mondiale di alimenti in grado di soddisfare le esigenze di una miriade di mercati diversi. Sarà anche l’occasione per mostrare che l’agricoltura brasiliana utilizza tecnologia di alto livello in grado di aumentare la produttività, preservando la ricchezza biologica che è essenziale per il pianeta”.

Nello scegliere il theme statement, il Paese attraverso i suoi rappresentanti ha dato prova di grande apertura e visione internazionale. Non a caso, il Brasile rappresenta un Paese chiave nella geografia socio-politica ed economica mondiale: nei prossimi anni, anche ospitando i mondiali di calcio del 2014 e le Olimpiadi del 2016, si ricaverà un palcoscenico di sempre più ampio respiro.

Lascia un commento

Top