Le posate bio di Novamont sui tavoli di Expo

Dopo le Olimpiadi di Londra 2012, Novamont si affaccia in un altro grande evento. Eataly, infatti, ha scelto di usare durante Expo le posate dell’azienda novarese in Mater-Bi®, la bioplastica biodegradabile e compostabile.
Grazie alla sua dote di poter essere smaltita negli impianti di compostaggio e di digestione anaerobica assieme agli avanzi alimentari e agli sfalci di giardino, questo materiale può essere trasformato in compost, dando un contributo fondamentale alla riduzione della produzione di rifiuti indifferenziati e all’emissione di gas a effetto serra.

Con la scelta di adottare le stoviglie monouso in Mater-Bi in tutti i ristoranti che gestirà presso Expo, per complessivamente 10 milioni di pezzi, Eataly conferma la sua vocazione ambientale e il sostegno al progetto strategico di Novamont “zero rifiuto organico in discarica”: partire da materie prime rinnovabili (locali e non food) con cui ideare e produrre manufatti interamente realizzati in Italia che a fine vita si trasformeranno in fertile compost.

La linea della famiglia di bioplastiche Mater-Bi per il settore del Foodservice comprende piatti, bicchieri, posate, ciotole, contenitori monoporzione, cannucce, coppette e palette gelato realizzati con l’ultima generazione di biopolimeri, in grado di garantire performance meccaniche, termomeccaniche, produttive ed estetiche innovative. Approvate per il contatto con gli alimenti, con un contenuto di materia prima rinnovabile che arriva all’80%, compostabilità conforme allo standard internazionale EN13432, assenza di odore, eccellenti caratteristiche meccaniche e termoresistenza che in alcuni gradi arriva fino a 110°, le stoviglie con cui verranno serviti i pasti nei ristoranti Eataly di Expo potranno essere raccolte con i rifiuti di cucina e avviati al compostaggio per abbattere significativamente l’impatto ambientale dell’evento attraverso la riduzione della produzione di rifiuti indifferenziati e dell’emissione di gas a effetto serra.

“È con soddisfazione che annunciamo che la partnership tra Novamont e Eataly si rinnova all’interno di un contesto come quello di EXPO2015, che per dimensioni, durata e numero di visitatori rappresenterà un’importante dimostrazione e una conferma di come l’utilizzo di stoviglie usa e getta biodegradabili e compostabili possa incidere profondamente sulla raccolta differenziata, e più in generale sull’impatto ambientale, di eventi di grandi dimensioni”, sottolinea Alessandro Ferlito, direttore commerciale Novamont. “I prodotti che saranno sulle tavole di Expo, tra cui il primo piatto realizzato interamente in Mater-Bi®, sono il frutto di oltre venticinque anni di ricerca e innovazione Novamont all’insegna della bioeconomia, intesa come rigenerazione territoriale. Si tratta di stoviglie ottenute attraverso tecnologie proprietarie che hanno consentito di rivitalizzare siti non più competitivi in innovativi impianti industriali, generando nuove filiere, nuovi prodotti e nuovo lavoro”.

Lascia un commento

Top