Secondo Expoedil (27-29 novembre) cresce più del 15%
la richiesta di figure specializzate con esperienza

abstract 3d of building development conceptSecondo i dati forniti da Excelsior-Unioncamere ed elaborati da Senaf, in occasione di Proenergy+Expoedil (Fiera del Levante Bari, 27-29 novembre) – evento di formazione e informazione dedicato all’efficienza energetica, alle energie rinnovabili e alla costruzione di edifici sostenibili – le previsioni del saldo occupazionale aumenterà, nel secondo trimestre 2014, di oltre 72.500 unità, il doppio rispetto a un anno prima.Il saldo positivo atteso per questo trimestre è la differenza tra le 250 mila “entrate” di lavoratori, subordinati e autonomi, e circa le 177.500 “uscite”, dovute a scadenze di contratto, pensionamenti o altri motivi. Guardando al comparto edile e alle previsioni delle sole imprese che intendono assumere “dipendenti”, non considerando le cessazioni di rapporti lavorativi, emerge che in Italia saranno 13.960 i profili ricercati tra aprile e giugno, +15,1% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno.

Le maggiori richieste arrivano dalla Sicilia (1.880), dalla Campania (1.870), dalla Puglia (1.730) e dal Lazio (1.730) mentre, per quanto riguarda il contratto, le imprese offriranno nel 35,8% dei casi una soluzione a tempo indeterminato e il 60,9% a tempo determinato. Tra i profili più richiesti operai specializzati (58,3%), che abbiano maturato esperienze specifiche (72,4%). Le imprese edili sono alla ricerca di personale di sesso maschile (84,9%), mentre per quanto riguarda l’età il campione si divide tra chi preferisce personale “Oltre i 29 anni” (35,3%) e chi invece, come la maggior parte, che non ha particolari preferenze (53,1%).

“Anche l’edilizia è alla ricerca di personale specializzato, in grado di tener il passo con l’evoluzione del settore. Per questo è necessario fornire agli operatori momenti di aggiornamento professionale, utili ad acquisire le competenze richieste dal mercato”, dice Emilio Bianchi, direttore di Senaf. “Per questo Proenergy+Expoedil punta a essere un evento in grado di formare gli addetti del settore sulle nuove tecnologie, offrendo la possibilità di osservare e toccare con mano le reali applicazioni dei prodotti legati alle energie rinnovabili, all’efficientamento degli edifici e al costruire sostenibile. Ai visitatori offriamo la possibilità di confrontarsi con le best practice e i possibili sviluppi di un settore altamente innovativo e in continua evoluzione, che è sempre più alla ricerca di figure che siano in grado di comprendere e seguire l’innovazione tecnologica”.

Lascia un commento

Top