Montalbano recycling riceve 400 mila euro dal Piano Juncker

Montalbano

400 mila euro dalle risorse del Piano Juncker sono stati attivati dal gruppo Cdp per la crescita e l’espansione di Montalbano recycling. È la prima operazione del “Programma 2i per l’Impresa” di Cdp, SACE e FEI (Gruppo BEI) che beneficia delle risorse del Piano Juncker.

SACE (Gruppo Cassa depositi e prestiti), Iccrea BancaImpresa (la banca corporate del Credito Cooperativo – Gruppo bancario Iccrea) e la Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale hanno finalizzato una linea di credito da 400 mila euro destinata a sostenere l’innovazione e la crescita internazionale della siciliana Montalbano Recycling, Pmi specializzata in tecnologie per il trattamento e riciclo di materiali di scarto.
Si tratta della prima operazione realizzata nell’ambito del “Programma 2i per l’Impresa” di Cdp, SACE e FEI (Gruppo BEI) che mette a disposizione delle Pmi italiane le risorse del Piano Juncker per supportare l’internazionalizzazione e l’innovazione. Il finanziamento, garantito da SACE ed erogato da Iccrea BancaImpresa e Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale, consentirà infatti di sostenere le spese di rinnovo macchinari e impianti funzionali all’espansione della società in Europa, Stati Uniti, Messico e Paesi del Golfo.

Montalbano Recycling è un’azienda di Carini (PA) con un’esperienza decennale nella progettazione e costruzione di impianti tecnologici ed ecocompatibili, destinati al settore dello smaltimento, riciclaggio e recupero di rifiuti e materiali di varia natura. Le proposte personalizzate, l’alta qualità dei macchinari e l’attenzione costante al cliente hanno consolidato la presenza della società nei mercati internazionali in cui realizza circa l’80% dei ricavi (con un fatturato totale pari a 2,5 milioni di euro nel 2015), avvalendosi di una rete di partner in tutto il mondo in continua crescita.

Iccrea BancaImpresa – la Banca corporate del Credito Cooperativo – offre consulenza, servizi e soluzioni finanziarie alle PMI. Presidia tutte le aree del leasing e con i finanziamenti sostiene i progetti di crescita delle imprese, anche agricole, ed assiste gli imprenditori con i servizi e la consulenza nel campo della finanza straordinaria e, nel comparto estero, con attività di sostegno all’import/export ed all’internazionalizzazione. Attraverso le controllate BCC Factoring e BCC Lease mette a disposizione factoring e leasing operativo e canale fornitori. Completa l’offerta con i derivati di copertura, i servizi assicurativi e le agevolazioni. A marzo 2016 operano in Italia 358 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, con 4.423 sportelli. Hanno una presenza diretta in 2.686 Comuni e 101 Province. La raccolta complessiva (da banche e clientela, a cui si aggiungono le obbligazioni) è di 194,6 miliardi di euro; gli impieghi economici si attestano a 134,2 miliardi di euro. Considerando anche gli impieghi delle banche di secondo livello, la quota arriva a 149 miliardi di euro, per una quota di mercato dell’8%. Gli impieghi alle imprese si attestano a 84,1 miliardi di euro. Considerando anche i finanziamenti erogati dalle banche di secondo livello, gli impieghi alle imprese si attestano su 94,8 miliardi di euro, e la quota di mercato della categoria approssima il 10,8%. Il patrimonio (capitale e riserve) è di 20,3 miliardi di euro (+0,5%).

Lascia un commento

Top