Dal Mise 5 miliardi alle imprese

Finanziamenti-pmi

Nel corso del 2014 sono state concesse agevolazioni per quasi 5 miliardi che hanno trainato investimenti per circa 10 miliardi di euro. In ottica cumulata (2009-2014), i dati rivelano che sono state concesse agevolazioni per 27 miliardi di euro a fronte di 91 miliardi di investimenti attivati.

Sono questi i principali dati contenuti nella Relazione sugli interventi di sostegno alle attività economiche e produttive (2015), elaborata dalla Direzione Generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello Sviluppo Economico.

Dall’analisi emerge che in questi anni sono risultati in crescita sia i Contratti di Sviluppo che gli interventi nelle Zone Franche Urbane e il Bando Investimenti Innovativi. A beneficiarne soprattutto le imprese del Sud: nel Mezzogiorno si registra una maggiore concentrazione delle risorse concesse, con quasi 2,6 miliardi, pari al 52% delle concessioni totali.

I dati cumulati (2009-2014) mostrano un totale di agevolazioni concesse a livello di Amministrazioni centrali pari a circa 12,7 miliardi, un ammontare di agevolazioni erogate pari a 12,9 miliardi e un livello di investimenti agevolati superiore a 42 miliardi.

 

Il Fondo di garanzia per le Pmi si conferma, per operatività ed effetto leva sulla propensione a investire dei privati, lo strumento di agevolazione perno dell’intero sistema italiano. Ma in futuro il Ministero dello Sviluppo Economico punta forte sulla “Nuova Legge Sabatini”, per cui sono stati stanziati 12 milioni di euro per permettere alle aziende di acquistare (anche in leasing) macchinari e beni strumentali. E il plafond, a partire dal 2016, dovrebbe crescere fino a 47 milioni di euro.

Lascia un commento

Top